Prestigioso incarico per il besanese Giuseppe Campisciano

E' stato eletto vice presidente vicario degli agenti immobiliari di Milano, Monza e Brianza

Prestigioso incarico per il besanese Giuseppe Campisciano
Caratese, 16 Dicembre 2017 ore 11:23

Prestigioso incarico per Giuseppe Campisciano. Il besanese è stato eletto vice presidente vicario della FIMAA (Federazione Italiana Mediatori Agenti Affari) di Milano, Monza e Brianza. Una realtà che rappresenta sul territorio ben mille e 800 agenti immobiliari e che lo vede impegnato da anni come dirigente.

Giuseppe Campisciano

Incarico prestigioso

Campisciano resterà nel direttivo per i prossimi quattro anni. Direttivo guidato da Vincenzo Albanese, rieletto per acclamazione. Ecco gli altri membri: Lionella Maggi (Past President); Arietto Paletti, Claudio Lossa, Domenico Storchi (Presidenti Onorari). Consiglieri: Aldo Roberto Bartolotta, Flavio Bassanini, Alberto Boffi, Giulio Modesto Carpinelli, Gian Claudio Casella, Giuseppe Catania, Raolu Cecchini, Ivana Chiappa, Stefano Colombaretti, Gregorio Cortese, Stefano D’Alberti, Mauro Danielli, Francesco De Lorenzi, Christian Gilardoni, Sarah Lazzarini, Giovanni Marco Ottoboni; Caterina Romano. Probiviri: Rodolfo Buzzoni (Presidente), Paolo Crosti, Alessandro Iomini, David Renato Papadia, Massimo Regazzola. Revisori dei Conti: Lorenzo Bregonzio(Presidente), Lorenzo Radaelli, Renato Tognoli.

Una lunga carriera

Giuseppe Campisciano, oltre ad aver ricoperto diversi incarichi nella CCIAA di Milano e di Monza, è docente presso il Politecnico del Commercio di Milano, la scuola di formazione degli agenti immobiliari,  e si è sempre occupato della formazione e della professionalizzazione della categoria.

La nomina a vice presidente vicario va ad aggiungersi  agli impegni associativi anche in federazione nazionale, che lo vedono impegnato quale consulente del Presidente per le previsioni ed il monitoraggio del bilancio associativo.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia