Cronaca
Monza

Prima ha dato di matto in discarica, poi ha preso a pugni i poliziotti

E' finito così in manette un 37enne di origini palestinesi. In tasca aveva anche strumenti per commettere furti

Prima ha dato di matto in discarica, poi ha preso a pugni i poliziotti
Cronaca Monza, 06 Novembre 2022 ore 12:52

Ha minacciato e insultato gli utenti della piattaforma ecologica di viale delle Industrie a Monza. Fermato dai poliziotti, si è scagliato anche contro di loro. E' finito così in manette un 37enne di origini palestinesi.

"Show" in discarica

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, la Centrale Operativa della Questura ha ricevuto una segnalazione per la presenza di una persona molesta all’interno della piattaforma ecologica di viale delle industrie a Monza, intenta a minacciare e a insultare gli utenti.

Un equipaggio dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico è riuscito a individuare l'uomo in un autolavaggio poco lontano. Uomo che alla vista dei poliziotti ha dato in escandescenza: ha sferrato pugni al torace e sul volto degli agenti, tentando anche di afferrare un tronchese in metallo che aveva in tasca. E' stato comunque bloccato e condotto negli uffici della Questura, nonostante non si fosse per nulla calmato.

In manette un 37enne

E' stato identificato: 37 anni, origini palestinesi, in Italia senza fissa dimora, alle spalle precedenti per reati contro il patrimonio, lesioni, danneggiamento, minaccia. Sussistendo la flagranza del reato di violenza e lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale, è stato tratto in arresto. Non è finita: all’atto della perquisizione personale, è risultato essere in possesso di chiavi alterate e contraffate, strumenti probabilmente utilizzati per forzare serrature e per commettere furti.

Il 37enne è stato posto a disposizione della Procura della Repubblica di Monza e della Brianza con la fissazione dell’udienza per rito direttissimo. Nella giornata di mercoledì 2 novembre si è celebrata l’udienza dinanzi al giudice del tribunale che, sussistendone i presupposti, ha convalidato l’arresto ed ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di firma.

Seguici sui nostri canali
Necrologie