Profughi a Lazzate: telecamere installate e sparite nel giro di 24 ore

A raccontare i fatti delle ultime 24 ore è Andrea Monti, assessore alla sicurezza del paese, sul suo blog

Profughi a Lazzate: telecamere installate e sparite nel giro di 24 ore
11 Agosto 2017 ore 14:44

Profughi a Lazzate: polemiche su alcune telecamere poi sparite 

Profughi a Lazzate

Ancora polemiche sul caso dei profughi a Lazzate. A raccontare i fatti delle ultime 24 ore è Andrea Monti, assessore alla sicurezza del paese, sul suo blog.

A Lazzate la tensione è salita nuovamente ieri. “La proprietà dei due appartamenti dove si vorrebbero accogliere i richiedenti asilo, la D&G Research – racconta Monti nel suo post – ha installato un impianti di video sorveglianza. Il motivo? Avrebbero subito diversi atti di vandalismo negli ultimi giorni: da qui la necessità di installare telecamere per il controllo. Non sono passate nemmeno ventiquattro ore e oggi quelle telecamere non ci sono più. Divelte, strappate e fatte sparire da ignoti”.

Tensioni prevedibili

“Tensioni prevedibili per i modi e i metodi con cui qualcuno ha deciso di gestire tutta questa faccenda” – ha commentato Monti. L’assessore contestualmente ha lanciato “l’ennesimo appello alla Prefettura, invitandola a rispondere sollecitamente alla nuova richiesta di incontro, inviata ieri, riguardo i lavori di installazione del centro. È necessario dare delle risposte ai timori e alle paure di una comunità e bisogna farlo in fretta” – ha concluso.

Una settimana fa l’intervento di Salvini

Solo una settimana fa a Lazzate era intervenuto anche il leader della Lega Nord Matteo Salvini per protestare contro l’arrivo dei profughi nel centro cittadino.

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia