Prolungamento metropolitana: il progetto rischia l’ennesimo rinvio… o forse no

Prolungamento metropolitana: il progetto rischia l’ennesimo rinvio… o forse no
Vimercatese, 17 Dicembre 2019 ore 13:58

Niente soldi per il prolungamento metropolitana verde da Cologno a Vimercate. E il progetto rischia l’ennesimo rinvio. Ma i sindaci non ci stanno. E forse si prospetta una soluzione.

Prolungamento metropolitana, nuovo stop?

A dare l’annuncio del possibile slittamento sono stati i sindaci di Brugherio (Marco Troiano), Carugate (Luca Maggioni), Vimercate (Francesco Sartini) e Agrate (Simone Sironi) con un comunicato congiunto diffuso nella serata di ieri, lunedì 16 dicembre 2019.

La sfiducia dei sindaci

“In queste ore il Consiglio regionale della Lombardia sta esaminando, in vista della sua approvazione, tutta la documentazione relativa al bilancio di previsione 2020 – 2022. Sono in fase di valutazione anche i singoli emendamenti presentati dai diversi consiglieri regionali. Apprendiamo con profondo sconcerto che il bilancio 2020 di Regione Lombardia non prevede risorse per il finanziamento della seconda fase del progetto di fattibilità tecnica ed economica relativo allo studio per il prolungamento della linea 2 della metropolitana da Cologno Nord a Vimercate. Sappiamo inoltre della presentazione di due emendamenti, uno da parte di un consigliere di maggioranza (che però prevede il finanziamento degli studi solo nel 2022) e uno da parte di consiglieri di minoranza (che prevede il finanziamento degli studi già nel 2020). La decisione di Regione di non finanziare la seconda fase degli studi e l’eventuale accoglimento dell’emendamento che prevede un finanziamento solo nel 2022 sorprende e sconcerta. Regione Lombardia contraddice infatti la scelta fatta nel 2016 di reinserire l’opera nel quadro della programmazione regionale e la sua stessa compartecipazione (con 100.000 euro) al finanziamento che ha portato alla predisposizione della prima fase degli studi.
Nell’ultimo incontro del 28 novembre a Milano ci è stato confermato che per poter arrivare alla richiesta di un finanziamento per l’opera al Ministero serve che la seconda fase degli studi sia effettuata nel 2020. Il venir meno, da parte di Regione Lombardia, al lavoro unitario ripreso dal 2016 insieme al Comune di Milano e ai Comuni coinvolti (Agrate, Brugherio, Carugate, Concorezzo, Vimercate) rischia nuovamente di vanificare gli ultimi tre anni di lavoro, e di dare ragione a tutti coloro che continuano a pensare che questo prolungamento, del quale si discute da almeno venti anni, non vedrà mai la luce”.

L’appello

“Noi sindaci, in rappresentanza di tutti i nostri concittadini, confidiamo che la Giunta e l’intero Consiglio regionale possano sostenere fin da subito il finanziamento dello studio e, in questa direzione, rivolgiamo un accorato appello al Consiglio Regionale perché non vengano deluse le attese di un territorio che del prolungamento della metropolitana ha bisogno per motivi di sviluppo sociale ed economico, di collegamento tra l’area milanese e quella vimercatese e, soprattutto, per il sensibile miglioramento della qualità della vita che il progetto potrebbe portare, vista la sicura riduzione del traffico ed il miglioramento di altri parametri ambientali, come dimostrano gli studi sostenuti anche dalla stessa Regione”.

Una possibile soluzione?

Nelle ultime ore sembrerebbe però aprirsi uno spiraglio. In sostanza potrebbe prospettarsi l’approvazione dell’emendamento con lo stanziamento delle risorse per il progetto di fattibilità nel 2020. Allo stesso tempo però verrebbe proposto un Ordine del giorno che impegnerebbe la giunta e il consiglio regionale a verificare se e come i comuni metteranno a disposizione le risorse per la progettazione. A seguito della verifica positiva potrebbe arrivare l’impegno di regione Lombardia a spostare e risorse dal 2022 al 2020.

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia