Cantieri aperti

Prosegue l’opera di ammodernamento degli acquedotti

Gli interventi di Brianzacque programmati a Carnate, Agrate, Bovisio e Giussano

Prosegue l’opera di ammodernamento degli acquedotti
Brianza, 19 Novembre 2020 ore 11:09

Non si ferma  l’opera di ammodernamento degli acquedotti avviata da BrianzAcque nell’ambito del territorio gestito dalla monoutility dell’idrico brianzolo

Gli interventi sugli acquedotti

Il  rifacimento di ulteriori tratti di rete idrica riguarderà Carnate, Giussano, Agrate Brianza  e Bovisio Masciago. Nel suo complesso,  l’intervento sui 4 comuni,  si traduce nella sostituzione  di 741 metri di condotte, in esercizio da molto tempo. Le vecchie tubazioni saranno dismesse e “rimpiazzate”  con elementi  nuovi di zecca, realizzati  con materiali più resistenti e con un diametro calibrato sulle reali  necessità dell’utenza.

Riteniamo l’investimento sugli acquedotti strategico perché ci porta  a ottimizzare  sia il servizio sia la gestione di queste infrastrutture  che portano l’acqua nella case e nelle imprese dei cittadini brianzoli, fornendo loro una risorsa di ottima qualità a costi tra i più bassi d’Italia e d’Europa ”, ha sottolineato il presidente e Ad di BrianzAcque, Enrico Boerci

I cantieri prenderanno avvio  tra la  fine del mese e gli inizi di dicembre. Secondo il cronoprogramma stilato dal settore progettazione e pianificazione dell’azienda dell’acqua pubblica brianzola,  i lavori  dureranno complessivamente circa  5 mesi con  un  costo economico di quasi 370mila euro.   Il primo comune brianzolo a essere coinvolto dai cantieri sarà Carnate dove , in via Vincenzo Monti,  140 metri di rete idrica verranno rimossi e ricostruiti ex novo. Lo stesso si verificherà a Giussano, in via IV Novembre (190 metri),  a Bovisio Masciago in via Diaz (166 metri) e ad Agrate Brianza, in via De Capitani (245 metri).  La tecnica di esecuzione  sarà quella tradizionale dello scavo a cielo aperto.

Tutti gli interventi calendarizzati verranno effettuati nella più stretta collaborazione con le Amministrazione comunali, così da conciliare le necessità operative dei cantieri con la fruizione delle strade interessate dai lavori, limitando il più possibile i disagi per i cittadini e la circolazione stradale.

TORNA ALLA HOME PAGE 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia