A sei giorni dalla tragedia

Si continua a cercare la piccola Fatou, dispersa nel lago. La mamma: “L’acqua me l’ha letteralmente portata via”

La ragazzina, lo scorso 27 agosto, stava facendo il bagno con la mamma quando è stata inghiottita dall'acqua.

Si continua a cercare la piccola Fatou, dispersa nel lago. La mamma: “L’acqua me l’ha letteralmente portata via”
Monza, 01 Settembre 2020 ore 13:24

Proseguono le ricerche della ragazzina di soli 12 anni dispersa nel lago dal 27 agosto scorso. La tragedia si è consumata nei pressi di Abbadia Lariana.

Proseguono le ricerche della 12enne dispersa nel Lago da giovedì

Da quel maledetto giovedì pomeriggio i Vigili del Fuoco e i sommozzatori sono al lavoro senza sosta, anche con l’ausilio del robottino di profondità, per restituire alla famiglia, originaria del Ghana ma residente a Monza, la salma della ragazzina. Le ricerche non si sono fermate nemmeno nel fine settimana, quando il territorio è stato colpito dall’ondata di maltempo. E anche oggi, martedì 1 settembre i sub sono in azione.

La tragedia si è consumata giovedì 27 agosto. La piccola era arrivata al lago, nella zona di Abbadia Lariana, assieme alla famiglia e subito dopo l’arrivo era entrata in acqua con la mamma che, in una frazione di secondo, l’ha vista sparire davanti ai suoi occhi, inghiottita dalla corrente. Ha tentato l’impossibile per afferrarla ma non c’è stato nulla da fare.

La mamma “L’acqua me l’ha letteralmente portata via”

“Erano giorni che la mia Fatou ci chiedeva di andare al lago – ha raccontato la madre Sainabou Jawneh in una lunga intervista pubblicata oggi sul Giornale di Monza in edicola – Ha sempre amato molto l’acqua e desiderava trascorrere una giornata in un luogo in cui poter fare il bagno”. Inoltre, ha proseguito la mamma “Era la prima volta che andavamo sul lago di Como e Fatou era emozionatissima all’idea di vederlo”.

“L’acqua me l’ha letteralmente portata via”, ha spiegato sconvolta Sainabou, che dal giorno della tragica scomparsa della figlia, fa la spola tra il lago e la loro abitazione di viale Lombardia a Monza, nella speranza che il lago ne restituisca il corpo.

Il Lario restituisce un’altra salma

Intanto oggi le acque del Lario hanno restituito un’altra vittima. Come riportano i colleghi di primacomo.it intorno alle 10 di questa mattina, martedì 1 settembre, è stato avvistato un corpo senza vita nelle acque del Lario, a San Siro.  Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, un’ambulanza della Croce Rossa di Menaggio, un’auto medica e i Carabinieri della Compagnia di Menaggio. Dalle prime informazioni raccolte si tratterebbe di un’anziana senza documenti di riconoscimento.

Visto il maltempo degli ultimi giorni il corpo potrebbe essere arrivato anche da lontano: i Carabinieri quindi cominceranno a vagliare i casi di scomparsa da tutto il lago.

TORNA ALLA HOME 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia