Cronaca

Prostituta aggredita e rapinata da un cliente a Nova Milanese l'uomo è stato arrestato dai carabinieri

Quando i due si erano appartati lui le era saltato addosso e premendo con forza uno straccio sul suo volto le aveva intimato di consegnargli la borsetta.

Prostituta aggredita e rapinata da un cliente a Nova Milanese l'uomo è stato arrestato dai carabinieri
Cronaca Desiano, 20 Marzo 2018 ore 09:30

Prostituta aggredita e rapinata da un cliente a Nova Milanese. Dopo mesi di indagini l’uomo è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Desio. Si tratta di un trentenne incensurato nato in Brasile ma residente a Ceriano Laghetto.

Arrestato e condotto in carcere

La lucciola, originaria della Romania, era stata rapinata nella tarda serata del 1 dicembre dello scorso anno. Quando i due si erano appartati, lui le era saltato addosso e, premendo con forza uno straccio sul suo volto, le aveva intimato di consegnargli la borsetta. La donna non aveva opposto resistenza

Era fuggito con la borsa della donna

Il trentatreenne era riuscito a fuggire, sulla sua station wagon. Nella borsetta, il telefono cellulare e il passaporto della prostituta. Rintracciato dai militari della stazione di Paderno Dugnano e riconosciuto dalla sua vittima, è stato arrestato e portato in carcere

Non è l'unico episodio

Sono invece agli arresti domiciliari altri due rapinatori, uno di Cogliate e uno di Ceriano, entrambi trentenni. Erano insieme sulla Statale dei Giovi, a Paderno Dugnano, quando il 18 novembre hanno rapinato un'altra prostituta, anche lei originaria della Romania. Erano a bordo di una «Ford Fiesta». Mentre uno dei due si era avvicinato alla donna per fingere di concordare una prestazione sessuale a pagamento, l'altro era saltato fuori dal bagagliaio e, pistola in pugno, le aveva intimato: «Dammi tutto quello che hai o ti ammazzo»

Altri due trentenni ai domiciliari

I due erano scappati con il telefono cellulare e la borsetta della «lucciola», con dentro 300 euro e la carta di identità. I militari di Paderno Dugnano, in possesso di targhe parziali delle due auto, sono riusciti a risalire ai tre rapinatori anche grazie alle telecamere puntate sulle strade

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie