Cronaca
Monza

Prova i vestiti in un negozio ma non può permetterseli: la commessa decide di regalarglieli

Una storia incredibile successa a Monza nei giorni scorsi. Grazie agli accertamenti si è scoperto che i genitori del clochard, di origini francesi, avevano fatto denuncia di scomparsa lo scorso anno. Presto tornerà a casa.

Prova i vestiti in un negozio ma non può permetterseli: la commessa decide di regalarglieli
Cronaca Monza, 21 Dicembre 2022 ore 10:01

Una storia incredibile quella accaduta a Monza lunedì 19 dicembre. Tutto è iniziato da una telefonata giunta alla Centrale Operativa della Questura di Monza e Brianza: una commessa di un negozio del centro segnalava la presenza, all'interno dell'attività commerciale, di un uomo dall'aspetto trascurato che dopo aver indossato dei capi di abbigliamento esposti si rifiutava di uscire dal camerino.

Prova i vestiti ma non può permetterseli: la commessa decide di regalarglieli

Immediatamente sul posto sono giunti due agenti della Polizia che hanno riconosciuto l'uomo, un senza fissa dimora già noto alle forze dell'ordine perché solito intrattenersi nelle vie del centro città. Il clochard ha poi riferito ai due agenti di aver solo voluto provare i vestiti ma di non poterseli permettere in quanto sprovvisto di contanti e carte di credito.

E' stato in quel momento che è intervenuta la stessa commessa del negozio che, senza pensarci due volte, ha deciso regalare all'uomo i pantaloni e il caldo piumino che aveva scelto di indossre, per un valore di 150 euro.

Un bellissimo regalo di Natale, frutto di un grande gesto di solidarietà. Ma le sorprese non erano ancora finite.

Si tratta di un 38enne scomparso lo scorso ottobre

Una volta portato in Questura per poter procedere alla sua identificazione gli agenti hanno scoperto, dalle banche dati, che l’uomo, di origine francese, era destinatario dall’ottobre scorso di un rintraccio Schengen per persona scomparsa adulta.

Gli uomini della Polizia hanno così attivato le procedure previste e hanno chiamato il consolato francese di Milano il quale, messosi in contatto con le autorità francesi competenti, ha riferito che la scomparsa del clochard trentottenne era stata denunciata dai suoi familiari e che lo stesso era in cura per depressione.

Tornerà a casa

I genitori del clochard sono stati subito contattati dai poliziotti della Questura e presto si metteranno in viaggio alla volta della città di Monza per riportare il figlio a casa.

L’uomo è al momento ricoverato presso l’Ospedale San Gerardo, dove medici e infermieri si stanno prendendo cura di lui prima di affidarlo ai suoi familiari, che contattati tramite il Consolato Francese, verranno a riprenderlo nei prossimi giorni.

Seguici sui nostri canali
Necrologie