Cronaca
Polizia

Pusher con la droga nei calzini aggredisce due agenti: arrestato

E' accaduto sabato davanti alla stazione di Monza

Pusher con la droga nei calzini aggredisce due agenti: arrestato
Cronaca Monza, 25 Gennaio 2023 ore 09:02

Pusher con la droga nei calzini aggredisce due agenti: arrestato dalla Polizia di Stato.

Pusher con la droga nei calzini

Nel pomeriggio di sabato, il 21 gennaio 2023, gli agenti a bordo di una volante, passando per corso Milano in direzione di via Borgazzi, a Monza, hanno deciso di fermarsi e di procedere col controllo di un giovane, poi risultato di origini gambiane, che si trovava nei pressi della stazione ferroviaria, area nota per essere luogo di ritrovo di spacciatori.

Aggredisce gli agenti

Alla vista degli uomini in divisa, l'uomo si è seduto sul muretto antistante il piazzale tentando di nascondere un oggetto di colore verde in una fessura scavata nella pietra del muretto.

Immediatamente, gli agenti lo hanno fermato in prossimità dell’auto di servizio. Un tentativo al quale il giovane ha tentato di sfuggire, reagendo, aggredendoli e ferendo con un pugno uno dei due poliziotti sull’arcata sopraciliare.

Il pusher fermato

Gli agenti sono comunque riusciti a far salire l'uomo sulla volante assicurare, recuperando - contestualmente - ciò che pochi istanti prima aveva tentato di occultare.

Altra droga nascosta nel muretto

In una fessura del muretto i poliziotti hanno trovato due involucri di colore verde contenenti della sostanza stupefacente, successivamente pesata, presso gli Uffici della Questura di via Montevecchia. Dai risultati è emerso che si trattava di 69,13 grammi di hashish.

La perquisizione

In seguito, il cittadino gambiano e stato sottoposto a perquisizione personale che ha dato esito positivo. Gli agenti hanno infatti trovato nel calzino sinistro all’altezza della caviglia, della sostanza stupefacente custodita in un involucro di cellophane di colore verde che, successivamente pesata, è risultata del peso di 25,76 grammi. Anche in quel caso si trattava di hashish. Inoltre, sono stati rinvenuti 215 euro, probabilmente provento dello spaccio.

Il domicilio a Sovico

Il cittadino gambiano, ha dichiarato come suo ultimo domicilio fosse a Sovico e dunque gli agenti si sono recati all’indirizzo indicato dal cittadino gambiano, che in realtà risultava essere una casa in stato di abbandono.

All’interno dell'immobile gli operatori hanno recuperato altra sostanza stupefacente, che successivamente risultava essere del peso di 2, 1 grammi. In quel caso era però cocaina.

Era irregolare

L'uomo, irregolare sul territorio nazionale e con precedenti di polizia specifici per reati di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, è stato arrestato e messo a disposizione della Procura della Repubblica di Monza per l’udienza con giudizio direttissimo, all’esito del quale, oltre alla convalida dell’arresto, è stata disposta la custodia cautelare in carcere ed il rinvio dell’udienza al 6 marzo.

Per quanto riguarda gli operatori di polizia, successivamente sono andati al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Gerardo per le cure del caso e sono stati dimessi con una prognosi di 7 e 5 giorni.

Attivato anche l’Ufficio Immigrazione della Questura, per l’adozione di tutti i provvedimenti volti a verificare la permanenza dello stesso sul territorio italiano: dai controlli è emerso coma lo stesso fosse arrestato nell’ambito dell’indagine Dedalo della Squadra Mobile, è richiedente asilo, con procedimento in fase di ricorso a seguito del rigetto della richiesta della protezione internazionale, pertanto all’esito della decisione del Tribunale di Milano – Sezione Specializzata, verrà attivato il procedimento per il definitivo allontanamento dal territorio nazionale.

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie