Puzze al Malcantone, Sant’Albino raccoglie firme

Ecco la strategia promossa dal Comitato di quartiere per combattere il cattivo odore che si respira a Sant'Albino

Puzze al Malcantone, Sant’Albino raccoglie firme
Cronaca 21 Novembre 2017 ore 13:42

I cittadini Maurizio Confalonieri, Cristina Daniotti ed Enrico Sangalli hanno incontrato un esperto per fare il punto della situazione

L’incontro con l’esperto

“In primo luogo Il pericolo è già nel fatto che abbiano dato il permesso di costruire una ditta di quel genere così vicino all’abitato perché in ogni caso le emissioni non sono a livello zero – hanno spiegato i cittadini del Comitato di quartiere Sant’Albino – L’esperto ha ribadito in sostanza quello che ha scritto nel suo documento. Per quanto riguarda le puzze potrebbero non sentirle tutti perché il materiale è abbastanza pesante. Comunque l’incontro è durato quasi un ora, nella quale ci ha spiegato, tra un caffè ed un biscottino (e una visitazione storica di Concorezzo dal 1935 al 1400 da parte di Enrico, cui è parso veramente interessato) la sua strategia.

Ecco la strategia per combattere le puzze

“Ecco quello che faremo: 1) Raccolta firme termine fine novembre ( Per poter effettuare i controlli nel periodo in cui la B.A. riprende l’attività regolare, in questo momento al minimo per via della stagione);
2) Protocollo firme e consegna delle raccolte (S. Albino, Concorezzo, Agrate?) ai sindaci con una richiesta specifica all’ARPA su un protocollo standard . Vedi pag. 3 del suo manifesto; 3) Ultimo ma non meno importante sarà la nostra richiesta di farlo intervenire come esperto alle prox riunioni al tavolo dei lavori con i sindaci. Conosce molto bene Borgonovo, quindi chiederà anche a lui, avendo partecipato come consulente in tema di ecologia in un precedente mandato del sindaco. Il punto di domanda su Agrate è perché lui non ha agganci in quella zona e chiedeva se ne avessimo noi.”

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità