Quando e quanto spesso sostituire i pneumatici?

E' sempre bene verificare lo stato di usura dei pneumatici

Quando e quanto spesso sostituire i pneumatici?
04 Gennaio 2019 ore 07:00

Quando si guida una vettura, l’asfalto al di sotto del nostro corpo è collegato al mezzo solamente grazie ai pneumatici. Proprio per questo, è sempre bene verificare lo stato di usura dei pneumatici e la loro pressione. Anche se non sono molto consumati, magari in auto che si utilizzano poco, è possibile che sia necessario cambiarli. Vediamo insieme quando e quanto spesso è necessario sostituire i pneumatici.

La presente guida, è stata scritta grazie alla collaborazione degli esperti gommisti di Oponeo. Questo negozio online dedito alla vendita di pneumatici, permette a tutti di acquistare pneumatici di qualsiasi marca in pochi e semplici passi. Una volta terminata la procedura di acquisto, è possibile farsi spedire a casa o presso il proprio gommista di fiducia i pneumatici. Una comodità, che non ha eguali per ogni automobilista.

I fattori da prendere in considerazione

Oltre a una foratura, sono due i fattori che possono portare una persona a decidere di sostituire i pneumatici. Il primo è il consumo del battistrada, mentre il secondo è rappresentato dalla data di produzione dello stesso.

Quando il battistrada è consumato, le gomme persone trazione durante la frenata e non sono in grado di mantenere una corretta aderenza in situazioni di fondo bagnato o fangoso. Anche se il battistrada non è consumato, quando un pneumatico ha più di sei anni, le mescole che lo compongono possono iniziare a deteriorarsi. Questo, perché con il passare del tempo la gomma è esposta a continui cambi di temperatura e agenti atmosferici come acqua e sole. L’utilizzo di questo tipo di gomme, con il passare dei mesi può portare a uno scoppio o ad altre malformazioni del suo aspetto. Fattori, che possono portare a una minore stabilità durante la guida.

Misura la profondità del battistrada

Il metodo più semplice per verificare lo stato di salute di un pneumatico, è quello di misurare la profondità del battistrada. Utilizzando una moneta da 1 o 2 euro, si può eseguire la verifica in pochi secondi. Se il battistrada ha una altezza inferiore al bordo esterno di una delle due monete, è giunto il momento di recarsi presso un gommista.

Se il battistrada si trova molto vicino ad essere consumato, o comunque non si è così sicuri che la sua tenuta in strada sia delle migliori, è bene iniziare a cercare il degno sostituto. È bene pianificare la sostituzione di un battistrada, perché in alcuni momenti dell’anno è possibile trovare delle forti promozioni.

Se ci si trova nelle vicinanze del periodo invernale, può essere una buona scusa per acquistare dei pneumatici invernali o quattro stagione. In entrambi i casi, queste due tipologie di pneumatico sono in grado di offrire una buona tenuta di strada anche nel caso di neve o ghiaccio sulle strade. Cosa, che non si può dire dei pneumatici estivi. Ideali per la primavera o l’estate, ma non molto performanti nel periodo invernale.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia