Quaranta multe per sacchi non conformi o rifiuti abbandonati

Finito da un mese  il periodo di rodaggio delle nuove modalità di raccolta differenziata a Nova Milanese sono arrivate le prime sanzioni.

Quaranta multe per sacchi non conformi o rifiuti abbandonati
Desiano, 27 Marzo 2019 ore 17:15

Quaranta multe per sacchi non conformi o rifiuti abbandonati. Finito da un mese  il periodo di rodaggio delle nuove modalità di raccolta differenziata a Nova Milanese sono arrivate le prime sanzioni

Quaranta multe per sacchi non conformi o rifiuti abbandonati

Sono quaranta i verbali emessi dalla Polizia locale nelle prime quattro settimane di controlli sui sacchi non conformi e sui rifiuti abbandonati. Il 1 gennaio è stata introdotta la nuova modalità di raccolta differenziata con sacchi muniti di microchip associati alle singole utenze domestiche.

Sanzione amministrativa di 50 euro

L’Amministrazione comunale ha lasciato un paio di mesi di tempo per abituare i cittadini alla novità, poi sono iniziati i controlli. Controllando il contenuto dei rifiuti dove gli operatori del servizio hanno lasciato l’etichetta di sacco non conforme, si è riusciti a risalire all’autore dell’errato conferimento. Quindi le verifiche degli uffici comunali e l’intervento della Polizia locale con la sanzione di 50 euro per la violazione al regolamento di polizia urbana.

Sacchi abbandonati vicino ai cestini pubblici

Nei quaranta verbali sono incluse anche sette multe per abbandono di rifiuti, cioé sacchetti lasciati dentro o in prossimità di cestini pubblici che contenevano rifiuti domestici: un altro fenomeno tristemente noto quando i comuni introducono i sacchi con identificativo.

Fenomeno in varie zone del territorio

Da una prima fotografia delle ricognizioni effettuate non emergono zone particolarmente critiche: rifiuti depositati in sacchi non idonei sono stati individuati un po’ su tutto il territorio novese. Controlli e multe ad esempio in via Assunta, via Doria, via Don Milani, via Rimembranze, via Garibaldi, via Venezia, piazza Fedeli, via Scuratti, piazza Costa, via Filzi.

“L’intento non è castigare”

“L’intento non è di castigare le persone – ha ribadito il sindaco Fabrizio Pagani – ma di colpire chi palesemente non si interessa di conferire i rifiuti nella maniera adeguata”. La necessità di passare alle “maniere forti” era stata caldeggiata anche dalla lista civica “Di più per Nova” che a febbraio aveva raccolto numerosissime segnalazioni e proteste per l’inciviltà dimostrata con sacchi abbandonati in vie, piazzette e cestini.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia