cronaca

Quattordici dipinti recuperati dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Monza 

Si tratta di una Via Crucis asportata dall’ente ecclesiastico "Suore di carità di San Vincenzo De Paoli” di Bolzano.

Quattordici dipinti recuperati dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Monza 
Monza, 01 Giugno 2020 ore 09:22

Quattordici dipinti recuperati dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Monza. Si tratta di una Via Crucis asportata dall’ente ecclesiastico “Suore di carità di San Vincenzo De Paoli” di Bolzano.

Dipinti recuperati dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Monza

Brillante operazione dei Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Monza. I militari, attraverso accurate indagini, sono riusciti a recuperare 14 dipinti costituenti le stazioni della Via Crucis (XVIII secolo) asportati dall’ente ecclesiastico “Suore di carità di San Vincenzo De Paoli” di Bolzano.

2 foto Sfoglia la gallery

L’indagine

La restituzione è il frutto di un’indagine sviluppata lo scorso anno dai Carabinieri che si erano accorti della presenza di un annuncio pubblicitario su cui era riportata l’immagine del citato complesso culturale.

Le immagini dei beni di verosimile natura chiesastica, in virtù della consolidata
esperienza nello specifico settore, hanno richiamato l’attenzione dei militari del reparto speciale dell’Arma che hanno iniziato ad indagare sul legittimo possesso dei dipinti da
parte di un circolo filatelico numismatico ed hobbistico della provincia di Mantova.
Le prime indagini hanno permesso di appurare che i dipinti analizzati erano appartenuti all’ente ecclesiastico “Suore di carità di San Vincenzo De Paoli” di Bolzano.

Acquistate nel 2003

I successivi accertamenti hanno poi consentito di ricostruire il percorso compiuto dalla Via Crucis, che il 6 agosto 2003 era stata illecitamente alienata da una religiosa in favore di un commerciante d’arte della provincia di Bolzano. Nello stesso anno, il bene era stato acquistato dal circolo per implementare la raccolta d’arte di quell’associazione, durante la fiera mercato di Mantova.

I dipinti verranno restituiti all’ente ecclesiastico

Al termine dell’iter giudiziario il complesso culturale sarà restituito all’ente
ecclesiastico di provenienza.

TORNA ALLA HOME