Quattro bambini malati di scabbia è polemica in Consiglio

Botta e risposta tra opposizione e maggioranza sulla gestione del caso

Quattro bambini malati di scabbia è polemica in Consiglio
Seregnese, 21 Dicembre 2017 ore 14:40

Quattro fratellini si ammalano di scabbia e a Cesano scoppia la polemica (politica). Raccolte le preoccupazioni di alcuni genitori dell’istituto comprensivo “II via Stelvio”, la Lega Nord del capogruppo Marina Romanò martedì sera ha presentato un’interrogazione urgente per il Consiglio comunale.

La Lega accusa: “Il Comune ha tenuto tutto sotto traccia”

“Quali interventi di corretta e accurata igienizzazione e sanificazione di ambienti e suppellettili sono stati effettuati? Quali iniziative l’Amministrazione intende adottare per debellare la malattia?”, le domande al sindaco Maurilio Longhin. “La scabbia è una malattia infettiva altamente contagiosa. Quanto accaduto e’ gravissimo e come al solito questa Amministrazione minimizza e fa spallucce. Il Comune ha tenuto ancora una volta tutto sotto traccia”, l’accusa del capogruppo di opposizione.

L’assessore all’istruzione, Pietro Nicolaci, ha ripercorso le tappe della vicenda iniziata a fine novembre, e ha annunciato: “A scuola chiusa per le vacanze di Natale, sarà effettuata una pulizia straordinaria dei bagni e degli arredi”. Quindi la puntualizzazione: “L’Amministrazione comunale non deve adottare iniziative. La competenza per questi casi è di Ats in concerto con la scuola. La scuola ci ha avvisato solo per cortesia istituzionale: non era tenuta a farlo”.“Niente allarmismi”, l’invito dell’assessore.

I provvedimenti annunciati in aula seguiranno quelli messi in campo dall’Ats dopo che i quattro bambini contagiati, tutti alunni di scuole del Secondo istituto comprensivo, il 29 novembre sono stati ritirati dalle rispettive classi. Venuta a conoscenza dei casi di scabbia, l’agenzia di tutela della salute pubblica  ha infatti attivato il protocollo e avvisato i genitori delle classi coinvolte. L’11 dicembre ha distribuito a mamme e papà, tramite la direzione dell’istituto comprensivo, un vademecum con consigli e precauzioni, e informazioni utili. Nella comunicazione (arrivata anche nelli mani della Lega Nord) si legge: “La trasmissione avviene per contatto personale e, più raramente, è mediata dagli indumenti”. I fratellini saranno riammessi nelle rispettive scuole dopo un controllo specialistico di verifica dell’esecuzione corretta della terapia anti scabbia.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia