Cronaca

Rapinarono 21enne in stazione, arrestati tre sudamericani

Nell'appartamento di uno dei responsabili trovata anche della droga

Rapinarono 21enne in stazione, arrestati tre sudamericani
Cronaca Monza, 13 Aprile 2017 ore 14:12

Armati di coltello rapinarono un 23enne di origini ghanesi, accerchiandolo e minacciandolo in piazza Castello, di fronte alla stazione. Giovedì scorso la Polizia di Stato ha arrestato tre dei quattro responsabili, rintracciandoli grazie alla testimonianza della vittima e al lavoro investigativo sulle telefonate in entrata e in uscita dal cellulare di uno dei colpevoli.

I fatti in piazza Castello

I fatti risalgono alla sera del 16 novembre quando quattro stranieri accerchiarono il giovane e, sotto la minaccia di un coltello, si fecero consegnare contanti - ben 600 euro - e lo zainetto, dentro al quale, tra le altre cose, c'era anche una radiolina. Subito scattò la denuncia. Agli uomini del Commissariato di viale Romagna la vittima riferì di essere a conoscenza di come, nei giorni precedenti, uno dei suoi aggressori fosse stato sottoposto a un controllo da parte delle Forze dell'ordine. Da qui gli agenti riuscirono a risalire, prima a uno, poi agli altri rapinatori.

Le indagini hanno portato a Bergamo

Le indagini, coordinate dal Pm Rosario Ferracane, hanno portato a Bergamo, dove nel frattempo i tre si erano trasferiti. Giovedì, il blitz. All'interno dell'appartamento di uno dei complici hanno ritrovato la radiolina, particolare fondamentale per collegare l'uomo alla rapina. Nell'abitazione degli altri due è stato rinvenuto anche un modesto quantitativo di marijuana.

L'arresto

Per i tre cittadini sudamericani - tutti con regolare permesso di soggiorno e tutti con precedenti per reati contro il patrimonio - sono scattate le manette. I tre sono ora detenuti in carcere a Bergamo con l'accusa di rapina in concorso.

Seguici sui nostri canali
Necrologie