Rapinato a colpi di bottigliate: rubati anello e bracciale

Richiedente asilo aggredito da un gruppo di connazionali

Rapinato a colpi di bottigliate: rubati anello e bracciale
Monza, 07 Giugno 2018 ore 21:31

Rapinato a colpi di bottigliate: rubati anello e bracciale

E’ stato accerchiato, colpito alla testa, infine rapinato da un gruppo di connazionali. Vittima dell’aggressione, avvenuta oggi – giovedì – poco dopo le 18 a Vedano al Lambro, un richiedente asilo di 26 anni, di origini nigeriane e senza fissa dimora.

Secondo le prime ricostruzioni, tutto sarebbe partito da un banale litigio verbale scoppiato in via De Gasperi, a pochi passi dal confine con Monza. Presto però la lite sarebbe degenerata, tanto che la vittima sarebbe stata colpita alla testa con una bottiglia.  A quel punto gli aggressori gli avrebbero sottratto un bracciale e un anello. Per poi fuggire.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri dell’aliquota radiomobile e un’ambulanza. Il 26enne è stato quindi trasportato presso il vicino ospedale San Gerardo dove è stato sottoposto alle cure del caso. I militari stanno indagando.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia