Cronaca

Reddito di inclusione uffici comunali presi d'assalto

Caos fuori dal Punto Comune in piazza Carducci. I cittadini speravano di consegnare la domanda per ottenere il reddito di inclusione.

Reddito di inclusione uffici comunali presi d'assalto
Cronaca Monza, 12 Dicembre 2017 ore 15:06

Reddito di inclusione caos al Punto Comune

Reddito di inclusione uffici presi d'assalto

Caos fuori dal Punto Comune di piazza Carducci. I cittadini speravano di poter consegnare la richiesta per ottenere il reddito di inclusione. Ma qualcosa è andato storto. In troppi, infatti, si sono ritrovati davanti all'ufficio. E non è stato facile, per gli agenti di Polizia locale, calmare i presenti.

La fila è saltata

Settimana scorsa, sempre nello stesso ufficio, la medesima situazione. E per ovviare, dunque, al problema, era stata compilata una lista con i nomi dei richiedenti. Oggi, però, quella lista non è stata rispettata, e ne è stata creata un'altra ex novo.

"Troppo caos"

"Saerebbe stato giusto utilizzare i centri civici per questo servizio - ha spiegato Mariano Santrone - E invece tutto è stato accentrato qui. Il risultato? L'ufficio è stato preso d'assalto, e chi pensava di avere un appuntamento è stato scavalcato". Sotto i riflettori, tuttavia, ci sono anche gli orari di apertura dell'ufficio: martedì dalle 14 alle 16.30 e venerdì dalle 8.30 alle 13.

Il reddito di inclusione

Il Re.I. come " misura unica a livello nazionale di contrasto alla povertà e all'esclusione sociale", prevede un beneficio economico erogato attraverso l’attribuzione di una carta prepagata emessa da Poste Italiane SpA ed è subordinata alla valutazione della situazione economica e all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa. Il beneficio economico sarà erogato per un massimo di 18 mesi, , dopo un periodo di sospensione di 6 mesi, per ulteriori 12 mesi.

Soluzione temporanea

Nonostante gli animi si siano immediatamente scaldati, alla fine si è tentato di trovare una soluzione. E' stato mantenuto il ritmo di 25 richieste alla volta, ma cercando di far fluire più rapidamente possibile i presenti. Quelli che oggi saranno rimasti esclusi, evidentemente, dovranno tornare venerdì.

Necrologie