Cronaca

I residenti del quartiere alzano la voce

Panchine rotte, recinzioni vandalizzate, tentati furti, ma anche segnalazioni: il Controllo di vicinato nel rione Libertà funziona

I residenti del quartiere alzano la voce
Cronaca Monza, 08 Ottobre 2017 ore 09:06

I residenti del quartiere alzano la voce

Rione Libertà

I residenti del quartiere Libertà stanno lentamente ritornando a essere "padroni" della propria zona. Come? Semplice, con lo strumento del Controllo di vicinato. Non è una ronda: si tratta solo di un "tam - tam" telefonico tra i membri del sodalizio, per sottoporre all'attenzione dei referenti tutte quelle problematiche e tutte le segnalazioni da riportare agli Uffici comunali competenti. Insomma un modo sistematico per comunicare disservizi o disagi.

Ma è anche un presidio contro la delinquenza

Nel corso dell'estate, il Controllo di vicinato ha avuto anche il ruolo di tenere alta l'attenzione dei residenti in un periodo che, storicamente, è quello più colpito dal fenomeno dei furti. E le "sentinelle" sono state in grado di comunicare in tempo, strani movimenti, personaggi loschi e serrature segnate. In questo modo, i proprietari delle abitazioni (che si trovavano in ferie) hanno potuto contattare qualche amico della zona per dare un'occhiata alla casa. E qualche furto è stato scongiurato.

Questa settimana

L'appuntamento per conoscere il Controllo di vicinato è questo lunedì, il 9 ottobre alle 21 al centro civico libertà: andrà in scena la riunione di tutti gli associati, aperta, però a tutti. Tra i nodi della questione ci saranno sicuramente anche i parchetti pubblici: quello di via Gallarana, per esempio, da troppo tempo utilizzato nelle ore notturne e poco illuminato; oppure quello di via Gadda, colpito qualche giorno fa dall'ennesimo atto vandalico; o ancora quello in via Giacosa, con panchine rotte e impianto di illuminazione non funzionante.

Seguici sui nostri canali
Necrologie