Flash mob

#Restiamo liberi oggi in piazza anche a Monza

Manifestazione contro la legge anti-omofobia, il Ddl Zan Scalfarotto.

#Restiamo liberi oggi in piazza anche a Monza
Monza, 11 Luglio 2020 ore 21:44

#Restiamo liberi oggi in piazza anche a Monza. Manifestazione contro la legge anti-omofobia, il Ddl Zan Scalfarotto.

#Restiamo liberi oggi in piazza anche a Monza

Ha toccato anche Monza la manifestazione “Restiamo liberi”, contro il progetto di legge Zan-Scalfarotto, quella che viene definita la legge anti-omofobia.  Un flash mob del guppo spontanel “Le sentinelle in piedi” e “Ora et labora” che ha interessato diverse città italiane e che è il preludio al Family day che quest’anno si terrà a Roma.

“Non possiamo restare fermi e abbiamo il dovere di far sentire la presenza di un forte e convinto contrasto di larga parte del popolo italiano, che non ci sta ad essere privato delle libertà fondamentali di ogni società democratica: la libertà di pensiero, di opinione, di educazione, di religione, di pubblica manifestazione dei propri principi e valori”.  Così il Comunicato stampa dell’“Associazione Family Day – Difendiamo i nostri figli” circa l’iter parlamentare che il prossimo 27 luglio dovrebbe avere inizio per il ddl sull’omotransfobia.

Alla manifestazione di oggi a Monza, sotto l’Arengario,  ha partecipato anche Lealtà Azione che in un comunicato ha sottolineato di aver  “aderito convintamente alle manifestazioni organizzate da #RestiamoLiberi per opporsi al DdlZan/Scalfarotto, proposta di legge imperniata sul cosiddetto reato di omotransfobia che, in realtà, rappresenta un vero e proprio attacco alla libertà d’opinione e alla libertà di educare i propri figli.

“Solito cavallo di troia della sinistra per continuare la sistematica demolizione dei sani valori tradizionali. Una partecipazione che nasce inoltre dalla piena condivisione di alcuni Valori che riteniamo non negoziabili in alcun modo.

“La nostra partecipazione – prosegue il comunicato –  vuole altresì rappresentare la nostra indomabile volontà di ricostruire una nuova società basata sui valori della Comunità, della famiglia e della sacralità della vita. Una visione dunque opposta a quanti, nel mondo progressista e relativista, vorrebbero invece trasformare la società in un aggregato di semplici individui apolidi ed ammaestrati al progetto mondialista del pensiero unico.

“Siamo giunti pertanto di fronte ad un tornante della storia, da una parte chi combatte per la rinascita etica e morale dell’uomo, dall’altra chi lavora per una continua decadenza morale, mascherata dalla difesa di fantomatici diritti inesistenti in natura, nella società e nella storia. Siamo dunque scesi in piazza con #RestiamoLiberi per rinsaldare dunque questo patto etico con tutte quelle realtà di associazioni, di famiglie e di semplici cittadini che si oppongono ad una legge che, qualora approvata dal Parlamento, diverrebbe una vera e propria negazione delle libertà individuali di ognuno di noi”.

Presente anche Fratelli d’Italia

2 foto Sfoglia la gallery

Anche una delegazione di Fratelli d’Italia ha partecipato alla manifestazione a Monza contro la Proposta di legge Zan che mina la libertà di espressione tutelata dall’art. 21 della Costituzione.

“Insieme all’amico Mirko Radicula, sempre al fianco delle battaglie per la vita, ho portato il saluto di Fratelli d’Italia agli organizzatori – ha detto il presidente provinciale di Fratelli d’Italia Rosario Mancino – Fratelli d’Italia si sta già battendo nella Commissione Giustizia della Camera contro questo testo che, per il suo furore ideologico, apre la strada a derive liberticide, impedendo la libertà di espressione e di opinione e diventando una vera e propria ‘legge bavaglio’ contro chi difende la famiglia naturale”.
TORNA ALLA HOME PAGE
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia