Rho-Monza, operativo il piano per far ripartire il cantiere

Monti: “Bene piano di Serravalle, positivo anche per la Milano-Meda”.

Rho-Monza, operativo il piano per far ripartire il cantiere
Monza, 12 Settembre 2019 ore 12:34

Rho-Monza, operativo il piano per far ripartire il cantiere.  Milano Serravalle – Milano Tangenziali S.p.A. comunica che in data odierna è intervenuta l’operatività del piano predisposto per consentire entro alcune settimane la ripresa dei lavori di riqualifica della SP46 “Rho-Monza”.

Rho-Monza, operativo il piano per far ripartire il cantiere

I lavori, ha comunicato l’azienda, hanno infatti subito un forte rallentamento a causa di problematiche finanziarie all’interno del raggruppamento temporaneo di imprese affidatarie.
In tale contesto, Milano Serravalle si è fatta parte attiva nel creare i presupposti per la ripartenza delle attività e procederà in prima istanza al pagamento diretto dei subappaltatori, il che, in accordo con le imprese del raggruppamento, consentirà la riapertura entro la fine di ottobre del cantiere per la realizzazione di un’infrastruttura necessaria e attesa dal territorio.

Monti: “Bene piano di Serravalle, positivo anche per la Milano-Meda”

Dopo la notizia diffusa da Milano Serravalle è arrivato il commento del vice Presidente della Commissione Territorio e Infrastrutture di Regione Lombardia, Andrea Monti.

 “Un plauso a Milano Serravalle per aver trovato una soluzione ad una questione oggettivamente complessa, che porterà allo sblocco di un’opera determinante anche per i flussi della Milano – Meda.”

“Non si può che salutare positivamente – prosegue Monti – l’operatività del piano finalizzato a far ripartire il cantiere, parzialmente fermo a causa delle difficoltà finanziare delle imprese affidatarie.

In questo senso la riqualificazione della Rho-Monza rappresenta una priorità per il corretto flusso dei veicoli nell’area a Nord di Milano, una zona molto trafficata; in particolare sarà d’aiuto anche a decongestionare altre arterie stradali fondamentali, come ad esempio la Milano-Meda.

Va dato merito ai vertici di Serravalle – conclude Andrea Monti – del buon lavoro dell’ultimo anno e mezzo, svolto pervicacemente e con una concretezza non comune.”

(immagine d’archivio)

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia