Post Covid

“Riapriamo le discoteche all’aperto dall’1 luglio”

L'appello del consigliere regionale Alessandro Corbetta al presidente Attilio Fontana.

“Riapriamo le discoteche all’aperto dall’1 luglio”
Caratese, 24 Giugno 2020 ore 09:08

“Riapriamo le discoteche  dall’1 luglio, iniziando da quelle all’aperto”. L’appello del consigliere regionale Alessandro Corbetta al presidente Attilio Fontana.

“Riapriamo le discoteche dall’1 luglio”

Una lettera al Presidente lombardo Attilio Fontana per chiedere di riaprire le discoteche in Lombardia dal 1 luglio è stata inviata ieri, martedì 23 giugno, dal consigliere regionale della Lega, Alessandro Corbetta.

“Il mondo delle discoteche –sottolinea  in una nota il consigliere di Besana Brianza – nella nostra Regione conta migliaia di dipendenti e un considerevole indotto, ma sta vivendo un momento di forte difficoltà dovuta alla prolungata chiusura a causa del lockdown. Ancora oggi non è prevista una data di riapertura”.

“In alcune regioni, tra cui le vicine Liguria, Veneto, Toscana ed Emilia Romagna le discoteche sono state riaperte la scorsa settimana, pur nel rispetto delle norme di sicurezza. Questo genera una situazione paradossale,  in quanto i lombardi possono tranquillamente con pochi minuti o poche ore di automobile recarsi nei locali delle altre Regioni. Vi sarebbero inoltre pubblicità mirate sui social network commissionate dalle discoteche delle altre regioni al fine di attrarre i nostri cittadini come clienti”.

Di qui la richiesta dell’esponente della Lega: “Dobbiamo fare il possibile per consentire a queste imprese di tornare a lavorare, rispettando le norme di sicurezza, e dando priorità alle piste da ballo all’aperto. Considerato il costante calo della curva dei contagi nella nostra Regione,  il mio auspicio è che le discoteche lombarde possano riaprire già dal prossimo 1 luglio, una volta cessata l’ordinanza regionale attualmente in vigore”.

TORNA ALLA HOME PAGE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia