1800 kg di rifiuti pericolosi abbandonati – LE FOTO

A scoprire il materiale sono stati gli agenti della Polizia locale che il 5 luglio scorso, durante un'attività di controllo del territorio

1800 kg di rifiuti pericolosi abbandonati – LE FOTO
Cronaca 19 Luglio 2017 ore 15:03

Rifiuti pericolosi, denunciato imprenditore

Abbandono di rifiuti pericolosi

Ha abbandonato ben 1800 chili di rifiuti pericolosi al bordo della strada in via Tevere. Fanghi metallici, fanghi di rettifica, affilatura e lappatura, tutti contenenti olii dannosi per la salute e per l’ambiente.

Così un’imprenditore di Cinisello Balsamo è stato denunciato per tre diversi reali e se avrà danneggiato l’ambiente dovrà anche pagare le spese di bonifica.

La scoperta il 5 luglio

A scoprire il materiale sono stati gli agenti della Polizia locale che il 5 luglio scorso, durante un’attività di controllo del territorio, hanno notato ai bordi della strada in via Tevere sei fusti con all’intero materiale fangoso. Gli agenti hanno subito provveduto a far analizzare il contenuto scoprendo che si trattava effettivamente di materiale pericoloso.

3 foto Sfoglia la gallery

Le indagini della Polizia locale

E’ sdtato molto complicato riuscire a risalire al proprietario del materiale. Sulle latte infatti le etichette erano leggibili solo parzialmente. Nonostante questo gli agenti della locale sono riusciti a individuare il produttore e da lui sono risaliti all’azienda che li aveva acquistati.

Si tratta di un’industria di rettifiche di Cinisello Balsamo.

Il titolare dell’azienda, messo alle strette, ha ammesso l’abbandono del materiale. Tre le denunce a suo carico: gestione illecita di rifiuti pericolosi, deposito incontrollato degli stessi e smaltimento tramite abbandono su suolo pubblico di rifiuti pericolosi.

I fusti sono stati sequestrati e sono in corso accertamenti per verificare se siano stati provocali anche danni ambientali. Nel caso il titolare dell’azienda dovrà pagare anche le spese di bonifica del territorio.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità