Riportiamo a casa Javier

Il giovane di Vimercate è in ospedale a Santo Domingo dopo un grave incidente.

Riportiamo a casa Javier
Vimercate, 24 Luglio 2018 ore 09:00

Riportiamo a casa Javier. Da ormai quasi un mese è ricoverato in ospedale nella Repubblica Dominicana in gravi condizioni.

Servono 40mila euro

Bisogna riportarlo a casa, a Vimercate, il prima possibile, ma per farlo servono  almeno 40mila euro per affrontare i costi più urgenti legati al volo aereo.
E a Oreno, dove Javier Cruz, 23 anni, è cresciuto accanto a mamma Simona e papà Frank, è scattata una vera e propria gara di solidarietà, sostenuta da don Marco Caraffini, responsabile della Comunità di San Michele, al quale mamma Simona si è rivolta per chiedere aiuto. Il sacerdote ha quindi messo in moto la macchina della solidarietà sia economica che organizzativa.

L’incidente a fine giugno

Javier Cruz è rimasto coinvolto in un gravissimo incidente stradale alla fine di giugno.Una vera e propria corsa contro il tempo, perché il giovane orenese ha bisogno al più presto di incominciare le terapie di riabilitazione che a Santo Domingo non sono in grado di assicurare. Tanto che i medici dell’ospedale in cui è ricoverato tra qualche giorno non potranno fare altro che dimetterlo.

La raccolta fondi

Lo scopo della raccolta fondi, come detto, è raccogliere al più presto i soldi necessari per saldare una prima parte del conto delle cure mediche prestategli nell’isola caraibica, paese d’origine del padre, e soprattutto pagare l’aereo-ambulanza che dovrà riportarlo in Italia. Per poter dare una mano concreta è stata  avviata anche una raccolta via web. Per aderire basta collegarsi al sito www.gofundme.com/sostegnojavier

Tutti i particolari sul Giornale di Vimercate in edicola e nell’edizione digitale sfogliabile.