Cronaca

Rissa, furto e minacce col coltello davanti all’ospedale: tre denunciati dalla Polizia

I fatti al San Gerardo di Monza. Coinvolti due italiani e un ghanese di 73 anni

Rissa, furto e minacce col coltello davanti all’ospedale: tre denunciati dalla Polizia
Cronaca Monza, 15 Dicembre 2020 ore 20:48

Rissa, furto e minacce col coltello davanti all’ospedale: i tre uomini coinvolti sono stati denunciati dalla Polizia di Stato.

Rissa fuori dall’ospedale

I fatti si sono verificati ieri, lunedì 14 dicembre 2020, intorno alle 13.45 fuori dal San Gerardo di Monza, per la precisione nell’area antistante il reparto Malattie infettive. Tre le persone coinvolte: F.D. italiano di 42 anni residente in città, R.E. 28enne di Casale Monferrato e B.A. di 73 anni originario del Ghana.

Secondo quanto ricostruito dalla Polizia di Stato, i due uomini italiani si sono recati presso il reparto Malattie infettive per la terapia di farmaci antiretrovirali. All’uscita del reparto è scoppiata la rissa, motivata da una mancata precedenza pedonale: il marciapiede era troppo stretto per consentire il loro passaggio e quello della terza persona che stava arrivando, ovvero l’anziano ghanese. Una parola tira l’altra e presto sono passati ai fatti: prima con spintoni, poi con offese a sfondo razziale. Fino all’aggressione vera e propria coi due italiani che hanno preso a calci e pugni il 73enne.

Il furto

Terminata la rissa, R.E. (il 28enne di Casale Monferrato) si è accorto di avere perso il portafoglio. Portafoglio che era stato raccolto dall’anziano che si era impossessato dei contanti (160 euro) per poi abbandonare il resto per terra e rifugiarsi all’interno dell’ospedale. Lì è stato raggiunto dai due che lo hanno minacciato con un coltello per farsi restituire la somma sottratta.

Nel frattempo il personale medico presente ha allertato la Polizia di Stato. Arrivati sul posto gli agenti hanno sentito l’anziano il quale ha sostenuto di non aver sottratto alcuna somma e di essere in possesso unicamente dei suoi 120 euro. Versione che non ha convinto i poliziotti che infatti, poco dopo, hanno trovato all’interno della sala d’aspetto una busta di plastica contenente l’esatta somma sottratta, nonché i documenti del 28enne.

L’anziano, che nella rissa ha riportato ferite giudicate guaribili in 15 giorni, ha ammesso il furto dopo 4 ore di dichiarazioni ritenute non attendibili dagli agenti. Tutti e tre sono stati indagati per rissa. L’anziano dovrà anche rispondere del furto.

TORNA ALLA HOME PAGE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità