Ristoranti migliori al mondo: il primo degli italiani è quello del brianzolo Crippa

Un altro grande successo per il super chef che porta avanti il ristorante di Alba.

Ristoranti migliori al mondo: il primo degli italiani è quello del brianzolo Crippa
Caratese, 27 Giugno 2019 ore 15:32

Ristoranti migliori al mondo: il primo degli italiani è quello del brianzolo Enrico Crippa. E’ stata infatti resa nota nei giorni scorsi la classifica World’s 50 Best Restaurants, pubblicata ogni anno dal 2002 dal mensile britannico Restaurant e diventata uno dei punti di riferimento per chef, appassionati e critici gastronomici di tutto il mondo. In questa golosissima hall of fame del gusto ritroviamo Piazza Duomo, il ristorante stellato gestito proprio dallo chef brianzolo.

Ristoranti migliori al mondo: il primo degli italiani è quello del nostro Crippa

Il ristorante di Crippa, situato nella splendida e centralissima piazza di Alba in Piemonte, si è attestato alla 29esima posizione la mondo, guidando così la speciale competizione interna italiana. Crippa, classe 1971, nativo di Carate Brianza, ma residente a Viganò (a gennaio dello scorso anno  è stato anche insignito delle “chiavi delle città”) si conferma uno dei migliori esponenti dell’arte culinaria mondiale.

 

Una carriera costellata di successi

Diplomato presso l’Istituto Alberghiero di Monte Olimpino, Como. La prima esperienza nel campo della ristorazione avviene a sedici anni come apprendista nello storico ristorante milanese di Gualtiero Marchesi in via Bonvesin de la Riva.

Inizia da qui una folgorante carriera che gli darà modo di collaborare con alcuni tra i migliori chef europei: Christian Willer alla Palme d’Or di Cannes, Gislaine Arabian al Ledoyen di Parigi, Antoine Westermann al Buerehiesel di Strasburgo, Michel Bras a Laguiole, Ferran Adria a El Bulli di Roses. Nel 1990, a Sologne, riceve il primo premio del Concorso Artistico di Cucina, bissando nel ’92. Nel 1996 avvia a Kobe il ristorante di Gualtiero Marchesi e resta in Giappone al Rhiga Royal Hotel di Osaka fino al 1999. Fondamentale per la sua cucina l’esperienza di questi 3 anni. Rientra in Italia dove cerca un luogo adatto alla realizzazione del proprio ristorante.

Nel 2003 l’incontro con la famiglia Ceretto con la quale inizia, nel 2005, il progetto del Ristorante Piazza Duomo, in Alba. Nel 2006 la prima conferma del suo talento, la prima Stella Michelin; nel 2009 un nuovo traguardo, la seconda stella Michelin. Il 14 novembre 2012 Enrico Crippa ottiene la terza stella Michelin. 

Nel 2012 viene scelto come presidente della giuria per il Bocuse d’Or.

Dal 2013 la cucina di Enrico Crippa porta Piazza Duomo tra i 50 migliori ristoranti del Mondo, raggiungendo nel 2017 la 15esima posizione. Sempre nel 2017 diviene Presidente dell’Accademia Italiana del Bocuse d’Or e l’Académie Internationale de la Gastronomie gli riconosce il Grand Prix de l’Art de la Cuisine.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia