Cronaca
RIsale al 1500

Ritrovato dai Carabinieri di Monza inestimabile libro rubato

Il preziosissimo volume era stato trafugato molti anni fa in un seminario della Toscana; soddisfatto il maggiore Claudio Sanzò.

Ritrovato dai Carabinieri di Monza inestimabile libro rubato
Cronaca Monza, 14 Febbraio 2022 ore 13:08

Ritrovato dai Carabinieri di Monza un inestimabile libro originale del 1500 rubato in un seminario vescovile tempo fa.

L'Ufficio per i Beni Culturali

I militari del Comando Tutela Patrimonio Culturale di Monza l'hanno restituito oggi lunedi 14 febbraio 2022;  alla presenza di monsignor Alberto Silvani, il maggiore Claudio Sanzò ha consegnato ad Andrea Falorni, dell’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Volterra, il prezioso volume del ‘500 di cui si erano ormai perse le tracce dagli anni ’30 del secolo scorso dal titolo “Le metamorfosi di Ovidio", ridotte da Giovanni Andrea dell’Anguillara in ottava rima, stampato a Venezia nel 1583. Il recupero del volume è frutto della collaborazione e fiducia riposta da un privato  che ha accertato che il volume in questione, seppur non fosse stato denunciato come provento di furto, era di proprietà della biblioteca del seminario vescovile di Volterra (Pisa).

Ribadire l'importanza del libro

La giornata odierna, oltre a voler riconsegnare il volume sequestrato, vuole rappresentare un momento per ribadire quanto sia essenziale la tutela del bene librario in un’era in cui si apprezza più il fine pratico ed immediato. In secondo luogo l’occasione è importante per ricordare come, tanto la conoscenza del fenomeno dei furti quanto la cooperazione possa portare ad arginare il fenomeno stesso. Infatti, chiunque può rivolgersi ai Carabinieri del reparto Tutela Patrimonio Culturale dislocati su tutto il territorio nazionale.

Questa dunque la notizia del libro inestimabile rubato in un seminario e ritrovato dai Carabinieri di Monza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Incidente in A4: traffico paralizzato

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie