Cronaca

Rifiuti e roghi abusivi, residenti "sentinelle"

Roghi abusivi e abbandono rifiuti, residenti "sentinelle". A San Carlo i Comuni di Desio e Seregno pensano a un progetto con Arpa

Rifiuti e roghi abusivi, residenti "sentinelle"
Cronaca Desiano, 14 Aprile 2021 ore 12:18

Roghi abusivi e abbandono rifiuti, residenti "sentinelle". A San Carlo i Comuni di Desio e Seregno pensano a un progetto in collaborazione con Arpa. Su puzze e fumi sospetti di giorno e di sera le Amministrazioni comunali vogliono vederci chiaro.

Rifiuti e roghi che tormentone

Settimana scorsa il problema degli abbandoni di rifiuti e materiali nella parte del quartiere su Desio era tornato di estrema attualità. Un problema che si trascina da anni. Ecco allora che a fronte delle rinnovate proteste da parte dei residenti, il Comune pensa nell'immediato a un intervento di bonifica ad opera di Gelsia (in realtà l'ennesimo) e nel breve periodo a un progetto in collaborazione con l’assessorato all’Ambiente del comune di Seregno e Arpa per quanto concerne il monitoraggio dell’aria attraverso residenti volontari che saranno delle vere e proprie "sentinelle", naturalmente garantendo loro l’anonimato.

Prima parte del problema, rifiuti e abbandoni

L’Amministrazione comunale tiene le antenne dritte sulla situazione legata all’abbandono di rifiuti e all’accensione di misteriosi roghi sia di giorno che di notte al quartiere San Carlo.
Praticamente impossibile invece un monitoraggio attraverso le telecamere o chiudere la viabilità della zona dopo una certa ora. Del resto, la scorsa settimana, i residenti, attraverso il Comitato di quartiere, erano tornati a far sentire la propria voce dopo gli ennesimi abbandoni nella zona e anche un rogo serale.

Intervento e stoccata

Di fronte a un problema annoso, l’assessore all’Ambiente e Igiene urbana, Stefano Guidotti rivendica però l’impegno dell’Amministrazione e lancia una stoccata: "Gelsia provvederà a un intervento di bonifica e pulizia.  Un intervento di una certa importanza, ma non eccezionale, perché ne prevediamo e ne facciamo ogni tre o quattro mesi. Anzi, ne facciamo più noi di quanti se ne facessero negli anni passati e nelle passate Amministrazioni. Siamo di fronte a veri e propri professionisti dell’abbandono di rifiuti e inerti. E mi fa ridere chi ancora pensa  alle telecamere, quante ne servirebbero?".

Secondo problema, roghi e "sentinelle"

Oltre ai rifiuti, il Comune a San Carlo invece cercherà nel breve medio periodo di concretizzare un progetto in collaborazione con Seregno e insieme ai due assessorati all’Ambiente dovrebbe esserci la partecipazione di Arpa. "Vogliamo partire con questo progetto di monitoraggio sulla scorta di quanto hanno pensato di fare a Ceriano Laghetto, Bovisio e Limbiate per i cattivi odori al Villaggio Brollo – spiega Guidotti – Attraverso Arpa potremmo andare a coinvolgere i residenti della zona per monitorare in tempo reale quanto avviene. Anche la scorsa settimana abbiamo avuto notizia di questi roghi su cui vogliamo vederci più chiaro".

Necrologie