Rsa ad Arcore: l’assessore Mollica Bisci vuota il sacco

L'assessore Mollica Bisci replica all'U.S. Casati sulla casa di riposo

Rsa ad Arcore: l’assessore Mollica Bisci vuota il sacco
Cronaca Vimercatese, 09 Dicembre 2017 ore 12:45

Rsa ad Arcore: l’assessore Roberto Mollica Bisci ne ha per tutti (guarda il progetto)

Vuota il sacco l’esponente della Giunta Colombo dopo la lettera della U.S. Casati (leggi qui) sul progetto di realizzazione della casa di riposo davanti al PalaUnimec che sta animando il dibattito politico cittadino.

A stretto giro di posta, dicevamo, è arrivata la replica di Mollica Bisci che ha preso di mira non solo il sodalizio biancoverde, ma anche la Lega Nord, il consigliere di “ImmaginArcore” Carlo Zucchi e i residenti della zona.

“U.S. Casati ha sottoscritto un accordo con Borgo Lecco Iniziative”

“Ho letto attentamente la lettera aperta alla città scritta dal Consiglio di Amministrazione della Casati e loro dicono, in sostanza, che non si dovrebbe realizzare quest’opera davanti al PalaUnimec – ha sottolineato l’assessore – Ma non sono stato io, bensì “Casati”, a sottoscrivere una scrittura privata con “Borgo Lecco Iniziative” sulla casa di riposo sul terreno davanti al PalaUnimec. Da quel documento si evince che il sodalizio biancoverde ha dato il via libera al progetto. Io mi attengo ai fatti e i fatti dicono che quell’accordo è stato protocollato in Comune il primo giugno dello scorso anno da parte di Borgo Lecco Iniziative. Questo significa che è antecedente a quella data. Ci tengo a precisare che ho già richiesto copia di quella scrittura privata firmata tra Casati e Borgo Lecco Iniziative”.

I problemi urbanistici che creerebbe la Rsa

“E’ arrivato il momento di parlarci chiaro e di dire come stanno veramente le cose – ha continuato Mollica Bisci – Non stiamo parlando dell’edificazione di un ospedale o di un polo sanitario, ma di una casa di riposo. In questa struttura ci lavoreranno molti dipendenti che, però, lavoreranno su turni spalmati sulle 24 ore, quindi non avremo mai un via vai di auto così eccessivo. Rispetto al primo progetto presentato dal privato, abbiamo chiesto l’implementazione del numero di parcheggi e ne abbiamo ottenuti una sessantina in più, oltre alla riqualificazione degli stalli di sosta su via Edison”.

“Prima si invocava una rsa vicina alla città… ora non va più bene?”

“Ho seguito da vicino l’evolversi della trattativa che alcuni anni fa avrebbe potuto portare alla costruzione di una casa di riposo in via Lombardia e ricordo molto bene che già da allora si invocava a gran voce, da tutte le parti, la necessità una rsa ubicata vicino al tessuto urbano e sociale arcorese. Come mai ora questo non va più bene se parliamo di una rsa vicina a due scuole e ad un palazzetto dello sport? Se prima andava bene perchè ora no? Mettiamoci d’accordo perchè non si può pretendere di avere la botte piena e la moglie ubriaca…”.

Il nodo del traffico

“Anche per quanto riguarda il discorso del traffico dobbiamo mettere dei punti fermi e cercare di capirci – ha continuato l’assessore all’Urbanistica – Come già detto in assemblea pubblica stiamo pensando ad una serie di sensi unici nel quartiere Sant’Apollinare che agevolerebbero il traffico. E comunque non possiamo far sparire le auto con una bacchetta magica, ma possiamo gestire meglio le aree di sosta”.

L’appello a mamme e papà dei bambini che frequentano le scuole accanto al PalaUnimec

L’assessore ha voluto lanciare un accorato appello a tante mamme e papà, per la maggior parte non arcoresi, che accompagnano e vengono a prendere i figli ai due plessi scolastici che si trovano vicini al palazzetto dello sport (scuole Dorotee e scuola elementare).

“Accanto al PalaUnimec, lato via Gilera, abbiamo un parcheggio di proprietà privata (“Borgo Lecco Iniziative”), riqualificato recentemente, ma che è stato  messo a disposizione della collettività. Peccato, però, che viene utilizzato pochissimo. Però abbiamo, al tempo stesso, auto parcheggiate ovunque  alla mattina e al pomeriggio, in corrispondenza dell’entrata e dell’uscita dei bambini da scuola. Ricordo a mamme e papà che la prima mezz’ora di sosta al suddetto parcheggio è gratis, mentre dal 31esimo minuto in poi si pagano solamente 40 centesimi all’ora. Utilizzate di più quel parcheggio e smettetela di lasciare le auto davanti ai passi carrai o sui marciapiedi”.

La replica alla Lega Nord

Nei giorni scorsi la Lega Nord aveva commentato la leggera del sodalizio biancoverde, appoggiando le perplesità del Consiglio di amministrazione della Casati (leggi qui)

“Capisco che per chi siede sui banchi della minoranza è molto facile cavalcare la polemica e avanzare critiche, ma avrei davvero voluto vedere loro come si sarebbero comportati, al nostro posto, se avessero ricevuto una proposta di realizzazione di una Rsa da parte di un operatore privato…”.

La proposta del consigliere Carlo Zucchi di “ImmaginArcore”

Qualche settimana fa Carlo Zucchi, dalle pagine del Giornale di Vimercate, aveva lanciato l’ipotesi di costruire casa di riposo, mini alloggi protetti e nuova sede dell’Asl all’interno dell’ex area Falck.

Ma se questo non avverrà, potrebbe concretizzarsi, secondo Zucchi, l’ipotesi di raccogliere le firme e dare il via ad una iniziativa di delibera popolare che porterebbe il Consiglio comunale ad esprimersi sulla costruzione dell’opera.

E’ questa la proposta messa in campo dal consigliere comunale Carlo Zucchi, leader di «ImmaginArcore» che ha voluto far sentire la sua voce critica alla scelta dell’Amministrazione comunale di centrosinistra di portare avanti al trattativa con l’immobiliare «Borgo Lecco» (Peg-Perego) per la costruzione della casa di riposo

“La proposta di un operatore privato per la realizzazione di una Rsa su di un terreno di sua proprietà situato nell’area adiacente al palazzetto sportivo solleva serie problematiche per ragioni riguardanti assetti urbanistici, viabilità e traffico – hanno sottolineato gli esponenti della civica – E’ innegabile che esista il bisogno di queste strutture e che quella offerta rappresenta l’ennesima occasione. Però è altresì vero che l’Amministrazione Comunale non può limitarsi ad aspettare proposte, deve dotarsi di una propria visione della città, dei suoi servizi e del dove collocarli. “ImmaginArcore” chiede che, pur lasciando aperto il confronto con l’operatore privato, si vada alla ricerca di soluzioni complessive alle inadeguatezze dei servizi socio-sanitari in città e a come dar loro una futura collocazione. Va data una risposta alle preoccupazioni dei cittadini ed è per questo che “ImmaginArcore” vede con favore un dibattito che coinvolga la città e che parta dal Consiglio comunale. Appoggerà dunque le iniziative di coloro che ricorrendo agli strumenti della partecipazione, come le delibere di iniziativa popolare, si proporranno questo obiettivo».

…e la replica di Mollica Bisci

Non si è fatta attendere la replica a Zucchi.

“Carlo Zucchi militava nelle fila della maggioranza e del Pd quando è stato redatto il Piano di Governo del territorio, anzi l’aveva votato anche lui – ha sottolineato Mollica Bisci – Zucchi mastica la materia urbanistica e dovrebbe sapere che una operazione di questo tipo non è possibile da attuare perchè vorrebbe dire andare da ridiscutere una convenzione, già firmata con il privato, per gli oneri dell’area Falck”.

AMPIO SERVIZIO SUL GIORNALE DI VIMERCATE IN EDICOLA MARTEDI’

 

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità