Rubava generi alimentari nelle cantine di un palazzo ladra arrestata

Nella notte tra mercoledì e giovedì i carabinieri hanno fermato  una donna di 34 anni frequentatrice dell'area Snia.

Rubava generi alimentari nelle cantine di un palazzo ladra arrestata
Desio, 04 Maggio 2019 ore 10:20

Rubava generi alimentari nelle cantine di un palazzo ladra arrestata. Nella notte tra mercoledì e giovedì i carabinieri hanno fermato  una donna di 34 anni frequentatrice dell’area Snia

Rubava  nelle cantine ladra arrestata

Da qualche settimana tra Varedo e Bovisio si verificano numerosi furti ed effrazioni ai danni di box e cantine, principalmente biciclette e generi alimentari. Nella notte tra mercoledì e giovedì, i carabinieri hanno arrestato una donna di 34 anni, sorpresa a rovistare nei locali al piano interrato di un palazzo di corso Milano, a Bovisio Masciago.

I residenti hanno sentito dei rumori e avvisato i carabinieri

Durante la notte, alcuni residenti avevano udito dei rumori provenienti dalla cantina, quindi hanno allertato il 112. I carabinieri sono arrivati in pochissimo tempo. Si trovavano già in zona, perché poco prima erano stati impegnati in un sopralluogo di furto in cantina in un palazzo vicino.

La donna aveva rubato caffé, olio, liquori

Una volta entrati nel palazzo di corso Milano, i militari sono scesi dalle scale, trovando la donna, già nota alle forze dell’ordine perché frequentatrice dell’area Snia di Varedo, con in mano una borsa di tessuto piena di generi alimentari: sei confezioni di caffè da mezzo chilo ciascuna, quattro bottiglie d’olio, una bottiglia di whisky e una di grappa. Tutti prodotti che erano stati trafugati dalla cantina di un 80enne.

Forzate le porte di tre cantine

La 35enne aveva forzato le porte di tre cantine vicine, probabilmente con un cacciavite di cui aveva cercato di disfarsi alla vista dei carabinieri. I militari l’hanno trovata anche in possesso di un faro per le biciclette che molto probabilmente utilizzava per farsi luce nelle cantine e un coltellino con lama richiudibile. Avrebbe anche cercato di rubare un pacco di carbonella e del liquido infiammabile.

La 34enne aveva l’obbligo di firma a Monza

Le forze dell’ordine erano da tempo sulle tracce della donna, che formalmente abita a Pioltello ma in realtà senza fissa dimora, perché aveva l’obbligo di firma a Monza e da venti giorni non si presentava. Non è da escludere che la donna stesse agendo con un complice ma quella notte è stata colta sul fatto solamente lei e condotta in carcere. Ora i militari dovranno accertare se è l’autrice di altri furti analoghi messi a segno negli ultimi giorni.