Sabrina ce l’ha fatta davvero

La besanese ha pedalato fino a Santiago per aiutare i bimbi disabili

Sabrina ce l’ha fatta davvero
Caratese, 15 Agosto 2018 ore 12:00

Sabrina Schillaci ce l’ha fatta davvero. L’architetto di Vergo Zoccorino ha pedalato fino a Santiago de Compostela per aiutare i bimbi disabili.

Muscoli, testa e tanto cuore

Ci sono voluti muscoli, testa e tanto, tanto cuore. E alla fine di diciotto giorni trascorsi macinando in sella 2mila e 200 chilometri, attraverso Italia, Francia e Spagna, martedì scorso Sabrina Schillaci ce l’ha fatta. E’ arrivata a Santiago de Compostela con i suoi grandi occhi color nocciola velati da qualche lacrima di commozione. Ed il pensiero rivolto a Davide Citterio, suo marito, che non ha smesso un attimo di incoraggiarla dalla loro casa di Vergo Zoccorino.
“E’ stato un bel viaggio, da tutti i punti di vista”, ha assicurato emozionata davanti alla cattedrale di San Giacomo.
Si è conclusa così “Race Across Limits”, la pedalata benefica che l’architetto 49enne ha organizzato per raccogliere fondi a favore di “C.O.ME Collaboration onlus”, fondazione impegnata nel trattare osteopaticamente, in forma totalmente gratuita, neonati e bimbi disabili in Italia, Moldavia, Spagna, Sud Est Asiatico e Nord Africa. O meglio, è calato il sipario sulla “sfacchinata” partita da Besana il 14 luglio scorso. Ma non sulle donazioni che continuano sul sito www.raceacrosslimits.com.
Ad affiancare Sabrina, tanti amici. A partire da Martina Fiorito, conosciuta in occasione del Giro d’Italia, che l’ha accompagnata in tutte le tappe.
“Abbiamo condiviso ogni cosa: gioie, fatica, tensioni. Anche i piccoli spazi del camper sul quale dormivamo…” ha raccontato la besanese, al lavoro per un anno intero per pianificare l’itinerario prima del “via” da piazza Corti. Un grande impegno che non l’ha comunque “salvata” dagli imprevisti. Tutti superati con grinta da Sabrina. Un pò come nella sua storia personale. Da quella notte di Ferragosto del 2007 quando per lei e Davide, rimasto su una sedia a rotelle dopo un tuffo nel lago, è iniziata una nuova vita.

Il 24 agosto volerà in Sudafrica

Ora poteva forse concedersi una pausa in panciolle dopo la “sfacchinata”? Macchè. Sabrina Schillaci è una “tosta” ed è già pronta per una nuova sfida. Di quelle insieme difficili e prestigiose. Il prossimo 24 agosto partirà alla volta del Sudafrica per partecipare ai Mondiali di Ironman. Sarà la seconda volta tra gli atleti più forti del pianeta, dopo l’esordio in Australia nel 2016.

Il servizio completo sul numero del Giornale di Carate in edicola da ieri, martedì 14 agosto.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia