Safari in Brianza MANDATECI LE VOSTRE FOTO

L'erba ai bordi delle nostre strade cresce, troppo, creando non pochi disagi. Ma soprattutto non viene tagliata.

Safari in Brianza MANDATECI LE VOSTRE FOTO
Desiano, 10 Maggio 2018 ore 13:33

Safari in Brianza? Sembrerebbe proprio di sì, almeno stando alle condizioni di rotatorie e bordi di strade comunali e provinciali infestati dall’erba alta.

Safari in Brianza… benvenuti

Ogni anno, in primavera, ci risiamo. L’erba ai bordi delle nostre strade cresce, troppo, creando non pochi disagi agli automobilisti, ai ciclisti e ai pedoni. Ma soprattutto non viene tagliata: le Province e le Amministrazioni comunali spesso arrivano a tamponare in ritardo, dopo molte segnalazioni.

Rotatorie e bordo strada “infestati”

Tantissime quelle che abbiamo avuto modo di leggere nelle ultime settimane. Passeggiare lungo i marciapiedi infestati dalle erbacce o semplicemente portare i bambini al parco in molti casi è diventato un problema (un analogo capitolo a parte è rappresentato, infatti, anche dalle mamme con bambini che spesso si trovano i parchetti impraticabili a causa dell’erba alta).

Ma sono rotatorie e incroci in cui l’erba alta finisce per impedire la visuale agli automobilisti, il problema più evidente: a rischio la sicurezza alla guida.

Desio caso emblematico

L’esempio di Desio, ad esempio, è lampante. A mettere in luce le problematiche è il leghista Luca Ghezzi. Il consigliere del Carroccio ha fatto presente che “Girando per Desio negli ultimi tempi le aree verdi sono completamente abbandonate. Dal quartiere San Giorgio a San Carlo, passando per San Giovanni o Spaccone, la situazione è uguale in tutta la città: la mancanza di attenzione e di cura per il verde pubblico è evidente. L’erba continua a crescere e sembra che l’Amministrazione non si sia accorta di nulla prosegue Ghezzi. In alcuni tratti, come in via Deledda all’incrocio con via Ferravilla, l’erba è diventata talmente alta da ostacolare la visuale per le vetture che si immettono creando una situazione di pericolo”.

“Già tre settimane fa ho segnalato la questione all’assessore, chiedendo di visionare il programma del taglio del verde pubblico. La richiesta è stata però ignorata così come la successiva”. Andrea Villa (autore delle foto) invece, punta il dito rispetto alla spesa di 5mila euro “per la messa a dimora di bulbose e fuori di campo in alcune aree pubbliche, fiorellini colorati e ormai appassiti”. All’Amministrazione ha chiesto di sapere dove sono stati piantati.

5 foto Sfoglia la gallery

Safari in Brianza: mandateci le vostre foto

Ma come abbiamo detto poco sopra il problema si estende a molte altre zone brianzole. Quindi, cari lettori, abbiamo deciso di raccogliere tutte le vostre segnalazioni e racchiuderle in un servizio dedicato. Inviate foto, video e commenti all’indirizzo della redazione a voi più vicina (redazione@primamonza.it – redazione@giornaledidesio.it – redazione@giornaledivimercate.itredazione@giornalediseregno.it e redazione@giornaledicarate.it) oppure tramite messaggio privato, sulla posta della nostra pagina Facebook.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia