Incontro in Provincia

San Sebastiano patrono delle Polizie locali: 15 nastrini covid e una medaglia per il lungo comando a Flavio Zanardo

Il Presidente Luca Santambrogio con il consigliere delegato Andrea Villa hanno invitato gli agenti nella sede di via Grigna a Monza per un momento di ringraziamento.

San Sebastiano patrono delle Polizie locali: 15 nastrini covid e una medaglia per il lungo comando a Flavio Zanardo
Cronaca Brianza, 20 Gennaio 2021 ore 15:10

Nastrini “covid” agli agenti ed una medaglia per il lungo comando al Comandante Flavio Zanardo sono stati assegnati questa mattina in occasione di San Sebastiano patrono delle polizie locali.

San Sebastiano patrono delle Polizie locali: incontro in Provincia

Il Presidente Luca Santambrogio con il consigliere delegato Andrea Villa hanno invitato gli agenti nella sede di via Grigna a Monza per un momento di ringraziamento per il lavoro svolto durante il 2020, un anno in cui gli agenti sono stati in prima linea tutti i giorni, con tutte le forze dell’ordine del territorio, a supporto delle operazioni di controllo e tutela conseguenti alla pandemia.

“Rispettando le norme anticovid, non abbiamo voluto rinunciare al tradizionale momento di incontro con i nostri agenti in occasione di San Sebastiano. Questo è il momento di dare valore al lavoro svolto dagli agenti che sanno distinguere in ogni occasione per le modalità con cui operano da sempre. – commenta il Presidente della Provincia MB Luca Santambrogio – In particolare, nell’anno in cui ci siamo trovati ad affrontare la pandemia, gli agenti hanno avuto l’occasione di essere più presenti e vicino ai cittadini dimostrando l’utilità di un corpo a cui la Provincia non ha voluto rinunciare”.

Il presidente Santambrogio ha voluto anche ringraziare il Comandante Zanardo che nel 2020 ha raggiunto il traguardo del lungo comando: “10 anni di impegno, serietà, tenacia per costruire quello che è un corpo di cui andiamo molto fieri.” – ha detto il presidente della Provincia.

Il nastrino covid, riconoscimento dell’impegno profuso

Il nastrino consegnato agli agenti rappresenta un riconoscimento per l’impegno profuso a partire dai primi mesi di pandemia, quando il Comando, coordinato dalla Prefettura di Monza e Brianza, in collaborazione con le altre forze di Polizia operanti nel territorio, è stato impiegato in attività di controllo e vigilanza sul rispetto delle disposizioni emanate dalle normative per il contenimento della diffusione virus covid 19.

5 foto Sfoglia la gallery

Investimenti

La Provincia MB continua ad investire per garantire l’efficienza dell’operato degli agenti. Nel corso del 2020 sono stati spesi circa 120.000 euro per potenziare le dotazioni degli agenti: sono state acquistate 3 auto, 15 body cam, strumenti di autotutela, 3 fototrappole, 1 gommone utile al censimento degli scarichi idraulici, drug test e narco test, 2 bici elettriche, abbigliamento tecnico.

Il bilancio del 2020

In occasione della ricorrenza di San Sebastiano la Provincia fa anche il bilancio delle attività svolte nel corso dell’anno che ci siamo appena lasciati alle spalle. Tra i numeri più significativi segnaliamo ad esempio le oltre circa 1120 ore di pattuglia dinamica per controlli-sopralluoghi-assembramenti, le 380 ore di appostamento fisso e ancora le oltre duemila persone controllate nel corso dell’anno trascorso.

In ambito di Polizia ambientale nel corso del 2020 sono stati eseguiti:

– 10 controlli ispezioni progetto NOA
– 87 riguardanti la materia dei rifiuti (abbandoni, depositi incontrollati)
– 8 ispezioni presso produttori di rifiuti (ditti, enti e aziende)
– 50 controlli trasporti rifiuti su gomma
– 50 ispezioni presso recuperatori e smaltitori rifiuti
– 4 ispezioni in materia di scarichi idrici
– 3 ispezioni su emissioni in atmosfera

Sono state ricevute oltre 400 segnalazioni di trasporti di rifiuti transfrontalieri. I controlli in materia ambientale hanno portato alla contestazione di 23 verbali di accertamento di sanzioni per un totale complessivo di euro 87.760

In ambito di Polizia giudiziaria, a seguito dell’attività di controllo d’istituto e delle deleghe ricevute dal Tribunale di Monza e di Milano, sono stati eseguiti circa 178 atti per reati in materia ambientale, in materia di detenzione di sostanze stupefacenti, reati contro il patrimonio e in materia di caccia. Dalle indagini penali sono state denunciate all’autorità giudiziaria 80 persone.

Inoltre sono stati eseguiti 23 sequestri penali di cui:
– 5 dosi di stupefacenti per uso personale
– 8 esemplari di avifauna
– 1 gabbia trappola
– 1 rete a maglie strette usata per catturare avifauna
– 4 autocarri per trasporto illecito di rifiuti pericolosi
– 1 area industriale non regolare, destinata al recupero e smaltimento di rifiuti per un totale complessivo di oltre 12.000 metri quadrati, a Villasanta.

–  1 sito industriale a Cornate D’Adda, utilizzato per gestione rifiuti in modo illecito, di circa 1.200 metri quadrati,
– 1 sito industriale a Carate Brianza
–  1 sgombero area sita in Nova Milanese per 2.500 metri quadrati
Eseguito un sequestro amministrativo di una officina meccanica

Polizia Venatoria e Zoofila

Gli interventi riguardanti l’attività di Polizia Venatoria e Zoofila sono stati 500 circa: dal recupero di fauna in difficoltà, alla verifica dei requisiti per l’autorizzazione degli appostamenti fissi di caccia, agli interventi per l’attuazione dei piani provinciali del contenimento delle specie invasive. Durante la stagione venatoria sono stati controllati oltre 90 cacciatori. Sono stati elevati 10 verbali di accertamento di infrazione in materia di caccia, per un totale di 18.250.
Inoltre le attività di Polizia Ittica hanno comportato l’esecuzione di 50 interventi per morie di ittiofauna, ripopolamento ittico, vigilanza sulle asciutte dei corsi d’acqua e i controlli amministrativi presso CPP. Non sono state rilevate violazioni in materia di
pesca.

Il progetto NOA

Tra gli interventi di rilievi segnalati anche il controllo di dieci aziende nell’ambito del progetto coordinato dalla Prefettura
di Monza e Brianza, denominato NOA (nucleo operativo ambientale), unitamente a personale ARPA, Carabinieri Forestali e Vigili del Fuoco, relativo all’attività di prevenzione e contrasto dei fenomeni dello stoccaggio abusivo di rifiuti, con la finalità di prevenzione incendi.

Le indagini svolte hanno coinvolto tutto il Comando, unitamente ai Carabinieri Forestali di Carate, coordinati dalla Procura di Monza e hanno portato al sequestro di un area di 12.000 metri quadrati, sita nel territorio di Villasanta dove venivano depositati, gestiti e
recuperati senza autorizzazione rifiuti speciali. Tre le persone denunciate.

TORNA ALLA HOME 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli