Scappa con la figlia in Egitto e non torna più

In Tribunale a Monza si sta celebrando il processo per sottrazione di minore.

Scappa con la figlia in Egitto e non torna più
Monza, 02 Marzo 2020 ore 09:50

Scappa con la figlia in Egitto e non torna più. In Tribunale a Monza si sta celebrando il processo per sottrazione di minore.

Scappa con la figlia di nemmeno un anno

È scappato dall’Italia in Egitto con la figlia di neppure un anno strappandola alla madre. Donna con la quale l’egiziano aveva convissuto per un po’ di tempo tra Monza, prima, e Paderno Dugnano, poi. La loro relazione, molto complicata, si era rotta da tempo, ma li univa ancora la figlia nata poco prima che di lasciassero. Lui egiziano, lei origini rumene, ma domiciliata a Monza.

I fatti risalgono al 2014

La dolorosa vicenda è arrivato all’attenzione del  tribunale di Monza la scorsa settimana, davanti al collegio presieduto dal giudice Elena Sechi. Risale al 15 febbraio del 2014. Un anno prima, o poco meno, alla coppia era nata una bambina. Il 15 febbraio del 2014, secondo la ricostruzione della Procura di Monza, il papà se n’era tornato in patria con la piccola. La  relazione dei due pare fosse molto complicata già da tempo. A San Valentino 2014 i due ex si erano visti per l’ultima volta. Nella gestione concordata della piccola, pare toccasse gestirla al papà, 34 anni. Ma poche ore dopo che gli fu affidata, i due, genitore e bambina, fecero perdere le tracce. La mamma si preoccupò il giorno dopo quando telefonando non ricevette alcuna risposta dall’ex convivente.

L’intervento dei carabinieri

A quel punto andò a Milano dove incontrò un amico dell’ex partner, anche lui egiziano, che gli confidò la volontà del suo connazionale di partire. Preoccupatissima, la donna fece intervenire i carabinieri che irruppero nell’abitazione, vuota, dell’egiziano. Dagli elementi raccolti apparse chiaro come il genitore fosse partito definitivamente dall’Italia. Dalla casa erano scomparsi anche tutti gli abiti. Pure quelli della figlioletta. Ora, davanti al Collegio monzese, l’imputato, che non è  più tornato in Italia,  sta rispondendo di sottrazione di minore.

L’uomo, sempre secondo le ricostruzioni della Pubblica Accusa, avrebbe accompagnato la figlioletta all’aeroporto e poi insieme avrebbero fatto tappa verso il Nordafrica. Come aveva confidato il connazionale alla ex compagna, l’uomo si era organizzato per sparire una volta per tutte.

Non è il primo caso di sottrazione di minore all’attenzione del Tribunale di Monza. E’ però più un caso più singolare degli altri perché solitamente sono le mamme a fuggire con il figlio facendo perdere le proprie tracce. In questo caso, invece, è accaduto esattamente il contrario.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia