Schianto contro due auto in sosta grave la passeggera

La 76enne che era seduta sul sedile posteriore ha sfondato con il capo il finestrino della vettura, aveva in braccio un bimbo di 3 anni.

Schianto contro due auto in sosta grave la passeggera
Desiano, 29 Novembre 2018 ore 17:45

Schianto contro due auto in sosta grave la passeggera. La 76enne che era seduta sul sedile posteriore ha sfondato con il capo il finestrino della vettura, aveva in braccio un bimbo di 3 anni

Si schianta contro due auto in sosta

Perde il controllo dell’auto e finisce contro due auto in sosta. Grave la passeggera che viaggiava sul sedile posteriore della vettura, senza cintura e con in braccio un bimbo di 3 anni. In seguito all’incidente avvenuto questa mattina alle 8,30 in via Dante a Limbiate, la donna ha sfondato con il capo il vetro del finestrino posteriore, riducendolo in frantumi. A causa delle  lesioni riportate è stata accompagnata da un’ambulanza in codice rosso all’ospedale San Gerardo di Monza.

Ambulanze e auto medica

Dalle prime ricostruzioni della Polizia locale, una “Fiat Punto” condotta da un 73enne stava percorrendo via Dante in direzione di piazza Solari. Poco prima dell’intersezione con via Matteotti però, per cause ancora da accertare, il pensionato ha sbandato finendo contro due auto parcheggiate sulla destra, una “Seat Ibiza” e una “Mini Minor”. Per i tre coinvolti sono accorse due ambulanze, la Croce rossa di Saronno e la Misericordia di Arese, attivate in codice giallo. In supporto anche l’auto medica.

Lievi ferite per bambino e conducente

Le condizioni della 76enne che ha battuto violentemente la testa erano piuttosto serie,  quindi la corsa in ospedale. Bambino e conducente sono invece stati trasportati in codice verde all’ospedale di Garbagnate Milanese e poco dopo dimessi. L’uomo alla guida è stato sottoposto ad accertamenti per verificare se abbia assunto sostanze alcoliche o stupefacenti, la Polizia locale è in attesa dell’esito degli esami.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia