Sciopero per il clima, Clarissa come Greta

Anche Carate Brianza ha una paladina del movimento #FridaysForFuture. Si chiama Clarissa Dudine, 20 anni, studentessa di Scienze ambientali.

Sciopero per il clima, Clarissa come Greta
Caratese, 03 Aprile 2019 ore 08:17

Sciopero per il clima: da Stoccolma a Carate Brianza.

A Carate Brianza lo sciopero di una studentessa

L’esempio di Greta Thunberg, la studentessa sedicenne che dallo scorso agosto ha cominciato uno sciopero contro il cambiamento del clima, stazionando tutti i venerdì davanti al Parlamento svedese, ha ispirato l’azione di centinaia di migliaia di ragazzi e ragazze in tutto il mondo. Anche Carate Brianza ha una paladina del movimento #FridaysForFuture. Si chiama Clarissa Dudine, 20 anni, studentessa di Scienze ambientali a Como.

Da venerdì 22 marzo - e lo farà ogni settimana, dalle 9,30 alle 12,30 - la giovane di Carate Brianza ha iniziato a manifestare in modo pacifico seduta sulla panchina di piazza Cesare Battisti antistante l’ingresso del Municipio sotto gli sguardi incuriositi di decine di passanti. Al suo fianco un cartello di cartone con la scritta: «Sciopero per il clima».
Lo stesso slogan che ha reso famosa la sedicenne attivista svedese che ha scosso le coscienze di tutto il mondo e che il 15 marzo ha portato in piazza milioni di coetanei e giovani con una mobilitazione internazionale contro i cambiamenti climatici.

Greta Thunberg

«Sono qui - spiega Clarissa - senza intento di polemizzare ma con la consapevolezza che l’ambiente è una risorsa di cui tutti siamo responsabili e che va tutelata. Ho aperto su Instagram una pagina dedicata al movimento (Fridaysforfuturecaratebrianza). Spero che tanti altri giovani si uniscano nei prossimi giorni a questo simbolico sciopero sul clima. Sarò in piazza - conclude - ogni venerdì mattina con il mio cartello: mi auguro che possa servire a sensibilizzare altri ragazzi dopo il successo della manifestazione dello scorso 15 marzo».

Il servizio completo sul Giornale di Carate in edicola da ieri, martedì 2 aprile.

Seguici sui nostri canali
Necrologie