Sciopero: presidio davanti alla Provincia – INTERVISTE

"Siamo in una situazione veramente complicata. In molte province siamo alla soglia del dissesto economico e finanziario." - Walter Palvarini, segretario della Funzione Pubblica CGIL

Cronaca 06 Ottobre 2017 ore 14:24

Sciopero: presidio davanti alla provincia

sciopero

In 40 in via Grigna

sciopero
Presenti sul posto anche le forze dell’ordine

Oggi, 6 ottobre, c’è stato un presidio davanti alla Provincia di Monza. La protesta, che contava una quarantina di persone, è durata dalle 8.30 alle 10.00 del mattino.

Le OO.SS. hanno organizzato lo sciopero nazionale a causa della difficoltà finanziaria in cui versano Province e Città metropolitane. Un considerevole numero di Enti non è più in grado di garantire la manutenzione ordinaria di strade e scuole. Non sono più in grado di chiudere i bilanci, con il rischio di avviarsi verso la procedura di dissesto. In alcuni casi (ulteriori informazioni nelle interviste sottostanti) l’erogazione degli stipendi è bloccata da mesi.

2 foto Sfoglia la gallery

Walter Palvarini

“Siamo in una situazione veramente complicata. In molte province siamo alla soglia del dissesto economico e finanziario.” –   Walter Palvarini, segretario della Funzione Pubblica CGIL.

Tania Goldonetto

“Si parte quindi dall’intenzione di ridurre le province e le città metropolitane con una riforma che in realtà ha solo previsto tagli economici lineari, senza un vero programma e un’analisi dei fabbisogni che i cittadini hanno” – Tania Goldonetto, segretaria organizzativa della Funzione Pubblica CGIL.

Federico Dilucchio

“Siamo qui a manifestare e a esprimere il nostro disagio sulla politica che si sa perpetrando sull’ente provincia e sui dipendenti” – Federico Dilucchio, delegato RSU per CGIL

Cos’hanno chiesto i manifestanti

sciopero

– Stanziare nella prossima Legge di Bilancio, tutte le risorse necessarie per garantire il buon funzionamento degli Enti e l’erogazione dei i servizi ai cittadini.
– Stabilizzare i lavoratori precari e sbloccare  il turn over.
– Dare finalmente certezza al sistema delle politiche attive del lavoro attraverso il definitivo trasferimento di competenze dei Centri per l’Impiego ed il relativo finanziamento.

sciopero

Le risorse previste nel Decreto Enti Locali (50/2017) non soddisfano il fabbisogno necessario a Province e città Metropolitane per svolgere la loro missione istituzionale. E’ necessario assicurarne, al più presto,  la sostenibilità economico finanziaria per garantire l’erogazione dei servizi fondamentali ai cittadini e salvaguardare   lavoratori ed Enti.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità