Scoperta officina meccanica abusiva

Nell'operazione congiunta di Carabinieri e Polizia provinciale, due denunce a piede libero.

Scoperta officina meccanica abusiva
Seregnese, 21 Maggio 2018 ore 17:50

Officina meccanica abusiva in via Trento di Cesano Maderno. L’hanno scoperta nei giorni scorsi i carabinieri della Tenenza cittadina, intervenuti per un blitz con l’appoggio della Polizia provinciale di Monza e Brianza.

Due dununce a piede libero

A conclusione degli accertamenti dell’indagine, i militari di via Nazionale dei Giovi hanno denunciato a piede libero due persone. Si tratta di un uomo di trentatré anni originario della Provincia di Vibo Valentia ma domiciliato a Cantù, nella vicina Provincia comasca, e di un quarantatreenne marocchino residente a Paderno Dugnano. L’accusa è quella di avere attivato abusivamente una vera e propria officina di autoriparazione. I militari, nell’ambito di un servizio svolto lo scorso martedì 8 maggio insieme alla Polizia provinciale, hanno sorpreso i due nella loro officina abusiva. Il primo, rivenditore d’auto e il secondo, meccanico, si erano uniti in affari e avevano preso in affitto l’area di via Trento con annesso capannone.

Niente autorizzazione per l’attività

Quindi, senza alcuna autorizzazione, avevano tirato su una vera e propria autofficina con carrozzeria: un’attività mandata avanti senza nessuna segnalazione certificata di inizio e senza registro di carico e scarico né, tanto meno, formulari per i rifiuti speciali trattati. I carabinieri della Compagnia di Desio e gli agenti della Polizia provinciale hanno trovato nell’officina abusiva diverse parti di carrozzerie di auto e numerosi scarti di lavorazione. Nella carrozzeria, anche anonimi fusti. I due soci dovranno per questo vedersela anche con pesanti sanzioni in materia di tutela ambientale.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia