Cronaca

Scuole Prati a Desio: al via i lavori per la messa in sicurezza degli accessi

Interventi per la moderazione delle velocità e la creazione di una zona pedonale.

Scuole Prati a Desio: al via i lavori per la messa in sicurezza degli accessi
Desiano, 07 Settembre 2020 ore 13:23

Il 9 settembre al via i lavori per la messa in sicurezza degli accessi delle scuole Prati a Desio. Intanto proseguono i lavori per l’Isola Ambientale e Zona 30, al via i lavori dal 9 settembre.

Scuole Prati a Desio: al via i lavori per la messa in sicurezza degli accessi

Partiranno il 9 settembre i lavori per la messa in sicurezza degli accessi delle scuole Prati. L’obiettivo principale, fa sapere il Comune di Desio in una nota, è la messa in sicurezza degli accessi al complesso scolastico attraverso diversi interventi di moderazione del traffico, la riduzione delle velocità, la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali e la creazione di una zona pedonale.

La zona pedonale, una strada scolastica, sarà realizzata nel tratto di via Dal Verme, tra via Montenero e via Carcano. La pedonalizzazione verrà effettuata lasciando il primo tratto in ingresso da via Montenero per le utenze dei carrai esistenti.

Via dei Tigli e il tratto di via Carcano compreso fra via Prati e via Dal Verme diventeranno a senso unico, con conseguente restringimento della via, consentendo la realizzazione degli attraversamenti protetti tra la scuola e il parcheggio esistente. Il senso unico di via dei Tigli permetterà invece di realizzare nuovi parcheggi, in sostituzione di quelli eliminati con la chiusura della via Dal Verme.

L’intervento prevede inoltre la moderazione delle velocità sulle vie Grandi e Prati, alternando gli stalli di sosta sui due lati della strada e realizzando delle chicane.

I lavori, salvo imprevisti, dovrebbero durare circa 3/4 giorni.

Isola Ambientale e Zona 30: i lavori proseguono

Intanto proseguono gli interventi nel centro per la creazione dell’Isola Ambientale e la formazione di una grande area a precedenza pedonale nel centro storico di Desio. L’obiettivo principale è quello di migliorare, sopratutto per l’utenza debole, pedoni e ciclisti, anziani e bambini, la vivibilità dello spazio pubblico delle strade e delle piazze, favorendo lo sviluppo di nuova socialità.

Gli interventi

Gli interventi prevedono soluzioni tecniche di moderazione del traffico volte a ridurre la velocità dei veicoli, l’inquinamento e il rumore, disincentivare l’uso delle strade urbane locali da parte del traffico di attraversamento e l’uso dell’auto per brevi spostamenti, promuovendo gli spostamenti di mobilità attiva a piedi e/o in bicicletta. Sono previsti classici interventi di moderazione del traffico, dai restringimenti della parte carrabile/veicolare delle strade, agli ampliamenti dello spazio dedicato a pedoni e ciclisti, alla creazione delle “chicane” alternando la sosta sui due lati delle strade, per ridurre le velocità, all’eliminazione dei percorsi rettilinei di attraversamento del centro, per ridurre il traffico di semplice attraversamento e altro.

Gli interventi di realizzazione delle Isole Ambientali/Zone 30/Aree a precedenza pedonale del centro, si sviluppano su due fasi, la prima detta Temporanea e la seconda detta di Consolidamento.

Prima Fase: prevede la formazione di zone temporanee 30 (realizzate per lo più in segnaletica orizzontale e verticale), in modo da definire compiutamente – e in conformità al Codice della Strada – la maggior parte delle modifiche alla viabilità che l’Amministrazione intende sviluppare e consolidare nella seconda fase. Lo scopo di questa prima fase quindi è di consentire una fase di verifica delle scelte proposte per:

– Comunicare compiutamente il senso degli interventi proposti ai cittadini (affiancando questa fase anche ad un lavoro di comunicazione e ascolto delle esigenze dei cittadini);
– Fare toccare “con mano” le potenzialità di interventi quali la costituzione delle zone 30 e gli effetti della moderazione del traffico, che in Italia, soprattutto per la mancanza di esperienze dirette, sono provvedimenti spesso avversati “a priori” e non compresi;
– Verificare nella pratica l’efficacia e la bontà delle soluzioni proposte, mettendo in luce le possibili criticità in modo da proporre soluzioni alternative e correzioni prima della fase di consolidamento.

Seconda Fase: in base alla sperimentazione effettuata nella prima fase, si procederà al consolidamento delle scelte attuate e/o aggiornate in relazione alla fase temporanea, attraverso interventi strutturali. Quindi oltre all’eventuale ripresa della segnaletica verticale e orizzontale, si effettueranno anche interventi strutturali di ampliamento dei marciapiedi, realizzazione di piattaforme rialzate, formazione di cordoli, eccetera, di quelle parti dove è utile e necessario il consolidamento delle soluzioni.

TORNA ALLA HOME 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia