Vimercate

Scuole superiori chiuse, la protesta dell’Omnicomprensivo

Studenti davanti ai cancelli della scuola per chiedere un reale potenziamento delle corse dei bus e la ripresa della didattica in presenza.

Cronaca Vimercatese, 22 Gennaio 2021 ore 10:01

Scuole superiori chiuse, la protesta dell’Omnicomprensivo.

Pc spenti e presidio davanti al centro scolastico. Questa l’iniziativa messa in atto nella mattina di oggi, venerdì,  dagli studenti dei quattro istituti superiori del centro scolastico Omnicomprensivo di Vimercate.

Presidio davanti ai cancelli

Delegazioni del liceo Banfi e degli istituti Vanoni, Einstein e Floriani si sono trovate davanti ai cancelli. Una cinquantina di studenti in rappresentanza dei circa 4mila che frequentano il centro scolastico hanno così voluto far sentire la propria voce per dire basta alla didattica a distanza e per chiedere, soprattutto, un reale potenzialmente del servizio di trasporto pubblico ritenuto del tutto insufficiente e inadeguato anche alla luce del potenziamento delle corse annunciato dalla Provincia di Monza e e Brianza. Presente sul posto per un saluto anche il dirigente del Banfi, Giancarlo Sala.

Pc spenti a casa

Chi non  ha partecipato al presidio è stato comunque invitato a non accendere il computer da casa e non partecipare alle lezioni con la Didattica a distanza.

I motivi della protesta

“Vogliamo tornare a scuola in sicurezza. Le condizioni negli istituti ci sono – ha spiegato Calogero, portavoce degli studenti –  Il problema sono i trasporti. La Provincia di Monza e Brianza ha annunciato un piano di potenziamento che è assolutamente insufficiente. Il 20% di corse in più non risolve il problema dei bus affollati. Se dovessimo tornare in zona gialla non ci sarebbero le condizioni per raggiungere le scuole in sicurezza. Anche i dirigenti scolastici e i professori sono con noi. Continueremo a farci sentire”.

Guarda la gallery

13 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli