Sanzioni per 167 euro a testa

Semaforo “killer” fa strage di multe in soli due mesi

Contestata in particolare la durata dell'arancione ritenuta da molti troppo breve.

Semaforo “killer” fa strage di multe in soli due mesi
Vimercatese, 25 Agosto 2020 ore 16:00

Decine di multe arrivate nel giro di soli due mesi: automobilisti infuriati contro il semaforo “killer” all’incrocio fra via Gramsci e la provinciale Bellusco-Gerno all’altezza del cimitero di Bernareggio.

Il semaforo “killer” e le sue telecamere

Si sono trovati lì, fuori dall’ex palazzo comunale di via Prinetti per pagare una multa e si sono chiesti il perché di tutte quelle sanzioni così salate ma così simili. Ad accomunare la protesta di diversi cittadini nei giorni scorsi è stato un unico semaforo, quello all’incrocio fra via Gramsci e la strada provinciale Bellusco-Gerno, all’altezza del cimitero. Un incrocio semaforico che da pochi mesi è sorvegliato da diverse telecamere in tutti e quattro i sensi di marcia e che sta mietendo decine di «vittime» in particolare per il transito con il semaforo rosso. E un video girato da un cittadino fuori da palazzo Landriani ritrae molte persone che con la loro multa in mano, attendono di dover pagare la sanzione, che in caso di passaggio del semaforo con il rosso ammonta 167 euro, che aumenta se commesso nelle ore notturne e comporta anche la decurtazione dei punti della patente. Un sistema che qualcuno ha definito non corretto se non fuori norma, ma che dall’Amministrazione hanno confermato come a norma secondo le regole vigenti.

Le dichiarazioni dell’Amministrazione

«Siamo a conoscenza del gran numero di persone che negli scorsi giorni si è presentato agli uffici di palazzo Landriani per pagare la multa e chiedere di visionare le immagini dell’infrazione. Visione delle infrazioni che possono essere anche fatte online direttamente dal sito – ha affermato Paola Brambilla, vicesindaco di Bernareggio – Il gran numero di persone arrivate tutte assieme non corrisponde ad un’ondata di sanzioni tutte nello stesso periodo: il sistema automatizzato emette contemporaneamente sanzioni elevate in un periodo di circa un mese. A questo va aggiunto il fatto che a luglio sono state aggiunte le due telecamere mancanti aumentando anche il numero delle verifiche».

L’articolo completo in edicola oggi, martedì 25 agosto sul Giornale di Vimercate sfogliabile anche su pc, tablet e smartphone.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia