Sequestrato dalla Polizia locale deposito abusivo di rifiuti

In un capannone di Limbiate elettrodomestici venivano smontati e "cannibalizzati" per recuperare il rame: denunciate due persone

Sequestrato dalla Polizia locale deposito abusivo di rifiuti
Desiano, 24 Gennaio 2018 ore 23:48

Sequestrato dalla Polizia locale un deposito abusivo di elettrodomestici. Messo sotto sequestro un capannone di Pinzano, quartiere di Limbiate, dove i rifiuti venivano smontati e “cannibalizzati” per recuperare rame e altri componenti utili

Due nordafricani stavano lavorando senza contratto

Le indagini, coordinate dall’Ufficiale Responsabile della Unità specialistica ambientale, sono partite in seguito a una segnalazione pervenuta al comando di piazza V Giornate. Ieri il blitz che ha portato alla scoperta di un deposito non autorizzato di rifiuti, nello specifico elettrodomestici abbandonati e smontati. All’interno del capannone gli agenti hanno trovato più di  400 metri cubi di  merce stoccata. Due nordafricani, intenti a smontare lavatrici e frigoriferi, stavano lavorando senza contratto di assunzione. Solo uno dei due risultava essere regolare sul territorio nazionale, l’altro invece era sprovvisto di documenti e permesso di soggiorno. Pertanto  veniva sottoposto a fotosegnalamento ed invitato a presentarsi all’Ufficio Immigrazione della Questura di Milano

Fermato autocarro senza documenti di trasporto

Gli agenti hanno sottoposto a sequestro penale il deposito e due cassoni  esterni ricolmi di rifiuti. Questi ultimi erano e pronti per essere portati via da un autocarro che è sopraggiunto nell’area durante il blitz della Polizia locale. La motrice aveva appena scaricato due cassoni vuoti sul piazzale esterno al capannone ed era pronta a ripartire con il nuovo carico. Gli agenti sono dunque intervenuti per identificare il conducente dell’autocarro che è risultato essere sprovvisto di formulari e documenti di trasporto

Indagini ancora in corso

La Polizia locale ha deferito all’Autorità giudiziaria due gestori del deposito abusivo. Ulteriori verifiche sono in corso relativamente ai nordafricani trovati intenti a lavorare all’interno del capannone, sulle modalità di recupero, trasporto e gestione dei rifiuti trovati

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia