Cronaca

Seregno, corruzione nell'urbanistica: le intercettazioni

Il costruttore Antonino Lugarà si rivolge al sindaco Edoardo Mazza: "Chiama i tuoi scagnozzi"

Seregno, corruzione nell'urbanistica: le intercettazioni
Cronaca Seregnese, 26 Settembre 2017 ore 17:27

Le intercettazioni telefoniche

Nell'inchiesta spuntano le prime intercettazioni telefoniche nelle quali emerge il profilo dell'imprenditore edile Antonino Lugarà che, secondo le accuse, avrebbe condizionato l'operato del sindaco, Edoardo Mazza. In una telefonata del 22 luglio 2015 con il consigliere comunale Stefano Gatti,  lo stesso Lugarà riferisce di aver discusso con il primo cittadino sul progetto dell'area ex Dell'Orto, che non era ancora stato proposto in Giunta e quindi non approvato.

"Chiama i tuoi scagnozzi, sei tu il sindaco"

"E' un problema tuo risolvilo - spiega Lugarà a Gatti con riferimento al precedente colloquio insieme al primo cittadino - E' colpa di questo è colpa... non dare le colpe... chiama i tuoi scagnozzi... Sei tu il sindaco e gli dici di muoversi e fare quello che devono fare".  A distanza di otto giorni il piano urbanistico è approvato e Lugarà così si rivolge a Gatti: "Si mi ha detto il sindaco tutto a posto, è passato come promesso".

Nella foto i Carabinieri questa mattina in piazza Libertà, davanti alla sede di rappresentanza del Comune, durante il blitz che ha portato agli arresti domiciliari il sindaco Mazza.

Seguici sui nostri canali
Necrologie