Seregno: danneggiata la sede della Lega Nord

Riempita di mastice la serratura dell'ingresso. Il capogruppo, Edoardo Trezzi: "Non ci facciamo intimidire, avanti più forti di prima"

Seregno: danneggiata la sede della Lega Nord
Cronaca 16 Luglio 2017 ore 08:53

A Seregno danneggiata la sede dei consiglieri della Lega Nord, l’episodio nel locale di proprietà comunale al primo piano della Corte del Cotone. Ignoti hanno riempito con il mastice o forse con la colla la serratura della porta d’ingresso a vetri e si è reso necessario l’intervento di un fabbro per rimuoverla e sostituirla.
Il vandalismo è stato scoperto dal capogruppo consiliare, Edoardo Trezzi. Era in sede per recuperare il gazebo da allestire poche ore più tardi, in serata in corso del Popolo, per il tesseramento di nuovi soci sostenitori e la campagna sul referendum per l’autonomia in Lombardia. L’episodio è stato denunciato presso la caserma dei Carabinieri.

Danneggiata la sede della Lega Nord

Oltre al capogruppo Trezzi, sul posto per un sopralluogo il vicesindaco, Giacinto Mariani. Amareggiato il neo commissario della sezione, l’onorevole Cristian Invernizzi trattenuto a Roma per impegni parlamentari. Anche poche settimane prima si era registrato un danneggiamento alla serratura della porta d’ ingresso: in quella circostanza si erano state rotte delle chiavi all’interno e si era resa necessaria la sostituzione.

Il capogruppo Trezzi: “Non ci facciamo intimidire”

“E’ un’azione mirata contro la nostra sezione perché tutte le altre sedi di partito alla Corte del Cotone non sono state danneggiate – il commento di Edoardo Trezzi a margine dell’episodio, che tuttavia non ha impedito l’allestimento del gazebo in centro città (nella foto) – E’ l’opera di uno sfigato ma non ci facciamo certo intimidire, andiamo avanti più forti di prima”. Il capogruppo ha ricondotto l’episodio dei giorni scorsi alle forti tensioni dell’ultimo periodo nel Carroccio locale, culminate con le dimissioni del segretario Davide Vismara, dei consiglieri Alberto Peruffo e Alberto Cantù e, soprattutto, dell’assessore all’Urbanistica Barbara Milani. Per la sua sostituzione se ne riparlerà dopo l’estate, ha confermato il sindaco Edoardo Mazza.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità