Seregno, proteste per la sosta selvaggia in via Dante

I lavoratori si lamentano per la mancanza di stalli liberi e chiedono di cancellare le strisce blu in corso Matteotti 

Seregno, proteste per la sosta selvaggia in via Dante
30 Novembre 2016 ore 16:12

Proteste da quanti lavorano in via Dante e nelle vie limitrofe per il parcheggio selvaggio delle auto. Da quando gli stalli di corso Matteotti sono a pagamento, le zone adiacenti vengono invase dalle vetture e trovare un posto libero diventa un’impresa. “Noi cominciamo a lavorare alle 9 e già alle 8.30 è tutto pieno – commentano due dipendenti di via Dante – Potremmo lasciare la macchina negli stalli con il disco orario ma non possiamo lasciare l’ufficio ogni ora per aggiornare l’orario di arrivo… L’abbonamento per il parcheggio a pagamento? Costa troppo, duecento euro al mese senza neppure la garanzia di trovare il posto”.

TUTTI I PARTICOLARI DELLA NOTIZIA E LE FOTO SUL GIORNALE DI SEREGNO IN EDICOLA DA MARTEDI’ 29 NOVEMBRE ANCHE NELL’EDIZIONE SFOGLIABILE ONLINE PER SMARTPHONE, TABLET E PC

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia