Seregno Provvedimento disciplinare per i dipendenti comunali indagati

Lo ha annunciato il commissario straordinario del Comune, in arrivo anche una "sforbiciata" sulle aziende partecipate

Seregno Provvedimento disciplinare per i dipendenti comunali indagati
04 Novembre 2017 ore 08:48

Seregno: Provvedimento disciplinare per i dipendenti indagati nell’inchiesta della magistratura monzese.

L’annuncio del commissario straordinario del Comune

Seregno: Provvedimento disciplinare per i dipendenti indagati nell’inchiesta della magistratura monzese sull’urbanistica, che ha portato all’arresto del sindaco Edoardo Mazza, del consigliere comunale Stefano Gatti e del costruttore Antonino Lugarà, tutti indagati per corruzione a piede libero. Lo ha annunciato il commissario straordinario, Antonio Cananà, per i funzionari comunali indagati in ordine al piano attuativo di via Valassina per la costruzione di un supermercato su un’area dismessa, oggetto dell’indagine condotta dalla Procura. “Nessun accanimento, né sconti” ha precisato Cananà. Al momento sono due i dipendenti colpiti da interdizione dai pubblici uffici su disposizione del Gip.

In arrivo la “sforbiciata” sulle aziende partecipate

Il commissario straordinario ha annunciato anche una “sforbiciata” sui posti nei Cda del Gruppo Aeb – Gelsia, con un massimo di tre consiglieri ma senza escludere l’ipotesi di un amministratore unico nei casi previsti dalla legge da selezionare fra candidati di “qualificata e comprovata competenza professionale” e con “significative capacità tecnico-amministrative”. Prevista una riduzione anche nel numero dei revisori ma è prematuro parlare di una scadenza visto che il Gruppo attraversa un momento delicato, in particolare per  la seconda gara a doppio oggetto per l’affidamento del servizio di igiene urbana, che sarà bandita a breve dalla Provincia e che coinvolge venticinque Comuni brianzoli.

Più trasparenza anche su affidamenti diretti

Sulla scrivania del commissario straordinario in servizio in Comune, con i poteri della Giunta e del Consiglio comunale, anche il tema degli appalti ad affidamento diretto sotto la soglia dei 40mila euro. “Abbiamo definito delle linee guida per questi appalti che sono i più esposti. L’obiettivo è aumentare trasparenza e concorrenzialità, con una selezione fra una serie di ditte perché non ci sia più spazio per gli amici e gli amici degli amici”. Giro di vite anche su consulenze e assunzioni “ma dalla documentazione in nostro possesso i regolamenti sono stati rispettati”.

L’intervista completa al commissario straordinario, Antonio Cananà, sul Giornale di Seregno in edicola da martedì 7 novembre.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia