Sesto San Giovanni: distrugge un’ambulanza, 37enne arrestato dalla Polizia

Brutta esperienza per i volontari della Sos di via Marx: il mezzo danneggiato è inutilizzabile

Sesto San Giovanni: distrugge un’ambulanza, 37enne arrestato dalla Polizia
Cronaca 14 Agosto 2017 ore 11:54

Sesto San Giovanni: distrugge un’ambulanza, 37enne arrestato dalla Polizia

Prima si è sdraiato davanti all’ambulanza della Sos di Sesto San Giovanni, bloccandone per diversi minuti la partenza per eseguire un intervento. Poi, al ritorno dei soccorritori nella sede di via Marx, il personaggio ha pensato bene di insultarli e di scagliarsi contro lo stesso mezzo, danneggiandola a suon di calci.

Ambulanza fuori uso

L’ambulanza è finita “ko”, pregiudicando la continuazione del servizio di 118. Mentre lui, W.A., italiano residente a Sesto di 37 anni, noto alle Forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e resistenza, è stato arrestato dalla Polizia di Stato con l’accusa di danneggiamento aggravato. Pochi giorni prima era stato denunciato proprio dagli agenti del Commissariato per un furto degenerato in rapina impropria all’interno di un supermercato sempre di Sesto San Giovanni.

I fatti

Tutto è iniziato nella notte tra domenica e oggi, lunedì, quando erano le 2. Alla centrale operativa dell’associazione impegnata nel 118 era arrivata una chiamata, per un intervento in codice giallo. Ma quando i volontari sono usciti dalla sede per salire sull’ambulanza si sono imbattuti nell’uomo, che si è sdraiato davanti al mezzo. Non è chiaro il motivo del gesto (probabilmente non era nel pieno delle sue facoltà). Sta di fatto che i soccorritori hanno impiegato diversi minuti per “liberare la strada” e partire a sirene accese.

Poi il secondo “colpo di testa”

Al rientro in via Marx, una volta completato l’intervento, il 37enne era ancora lì. Questa volta ha iniziato a insultare i volontari in maniera pesante. Poi, una volta che questi erano riusciti ad accedere alla sede dell’associazione, l’uomo se l’è presa con l’ambulanza. Intanto era partita la chiamata al 113. I poliziotti, arrivati sul posto, hanno trovato l’uomo ancora in evidente stato alterato. E per lui sono scattate le manette.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità