Cronaca
Atti osceni

Seveso, mostra i genitali a una donna sul treno: denunciato

Il maniaco è un 25enne egiziano senza fissa dimora, fermato dalla Polizia Locale.

Seveso, mostra i genitali a una donna sul treno: denunciato
Cronaca Seregnese, 14 Luglio 2022 ore 15:25

Seveso, mostra i genitali a una donna sul treno: denunciato. Il maniaco è un 25enne egiziano senza fissa dimora, fermato dalla Polizia Locale.

Atti osceni sul treno

È stato denunciato dalla Polizia Locale di Seveso per il reato di molestie e atti osceni un 25enne di nazionalità egiziana, in Italia in condizione di clandestinità e senza fissa dimora che, nella mattina di mercoledì 13 luglio, sul treno regionale Milano-Lentate Camnago ha compiuto atti osceni e molestato una donna. I fatti sono avvenuti intorno alle 8 di mercoledì quando una donna è salita a bordo del treno alla stazione di Paderno Dugnano per recarsi alla propria attività lavorativa a Seveso. Una volta sedutasi al proprio posto si è vista avvicinare da un uomo che ha iniziato a rivolgersi a lei con domande sulla propria vita, dopodiché con insistenza avvicinandosi anche con il corpo è passato a domande e apprezzamenti più intimi sino ad arrivare a esibire i propri genitali. Nel frattempo il treno ha raggiunto la stazione di Seveso e la donna ha potuto scendere e dirigersi rapidamente sul luogo di lavoro, seguita dal maniaco. La donna ha immediatamente chiesto aiuto al personale della Polizia Locale che ha prontamente provveduto a bloccare l'autore dei comportamenti illeciti.

Denunciato all'Autorità giudiziaria di Monza

L'uomo è stato denunciato in stato di libertà all'Autorità giudiziaria di Monza, oltre che per i reati di molestia e atti osceni, anche per la permanenza illegale sul territorio nazionale. Terminate le operazioni di identificazione, è stato accompagnato all'ufficio immigrazione della Questura di Monza e Brianza per l'avvio del procedimento di espulsione amministrativa dal territorio nazionale.

"Complimenti agli agenti e alla donna"

Ha commentato il sindaco di Seveso, Alessia Borroni: "Complimenti ancora una volta all’efficienza della nostra Polizia Locale, ma soprattutto complimenti e grazie alla donna che con coraggio ha denunciato l'accaduto. Nessuna donna deve aver paura di vivere, viaggiare ed essere se stessa. Nella mia Amministrazione tolleranza zero per tali atti che ledono la dignità di ogni donna". Ha aggiunto l'assessore alla Polizia Locale Marco Mastrandrea: "Pensare che ragazze o donne vengano importunate, molestate o che siano oggetto di aggressione nel nostro territorio è assurdo. Chi viene legalmente e lavora qui è il benvenuto, ma tutti devono rispettare la legge e chi delinque deve essere espulso. Il rispetto della donna e della sua identità è uno dei pilastri della nostra cultura. Auspico tolleranza zero".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie