Intervento

Seveso, otto cuccioli di dogo argentino recuperati dalla Polizia Locale

I cagnolini erano all'interno di un sacco, ritrovato sulle rive del fiume Seveso.

Seveso, otto cuccioli di dogo argentino recuperati dalla Polizia Locale
Cronaca Seregnese, 09 Aprile 2021 ore 07:54

Seveso, otto cuccioli di dogo argentino recuperati dalla Polizia Locale. I cagnolini erano all'interno di un sacco, ritrovato sulle rive del fiume Seveso.

Un sacco abbandonato lungo il Seveso

Otto cuccioli di dogo argentino sono stati recuperati e salvati dalla Polizia Locale nel pomeriggio di oggi, giovedì 8 aprile. Erano da poco passate le 14 quando una cittadina, allarmata per alcuni rumori, ha notato fuori dalla finestra della sua abitazione, affacciata sul fiume Seveso, un sacco proprio sui rovi che si trovano lungo l'argine in via Tiziano. "Sono rientrata a casa dopo il lavoro e ho sentito un rumore strano. Come di pianto o di miagolare di gatto. Ho poi notato un sacco. Non sapevo come fare a recuperarlo e ho chiamato la Polizia Locale che si è subito precipitata sul posto".

3 foto Sfoglia la gallery

Otto cuccioli portati al Fusi di Lissone

Uno degli agenti si è calato lungo l'argine ed è riuscito a recuperare il sacco tra i rovi. All'interno c'erano otto cuccioli di dogo argentino, malnutriti e in condizioni gravi. Subito i piccoli sono stati soccorsi e la Polizia Locale ha contattato il canile Fusi di Lissone dove sono stati portati per essere curati. Ora la Polizia Locale indagherà per cercare di risalire al padrone dei cani e a chi ha abbandonato barbaramente il sacco lungo il fiume. Quanto avvenuto potrebbe configurarsi come maltrattamento di animali, un delitto che, si ricorda alla cittadinanza, è punibile con la reclusione da 3 a 18 mesi o la multa da 5mila a 30mila euro.

L'avvertimento di sindaco e vice

“Mi complimento con la Polizia Locale, che non si limita a far rispettare le norme del Codice della Strada ma risponde prontamente alle segnalazioni dei cittadini, in questo caso aiutando dei piccoli cuccioli di cane infilati tra i rovi vicino a un fiume da persone meschine – dichiara il sindaco Luca Allievi – Visioneremo quanto registrato dalle telecamere della zona per scoprire se queste persone sono state immortalate”.

“Ringrazio la nostra concittadina che ha notato i cuccioli e gli agenti della Polizia Locale che sono intervenuti ad aiutarli – aggiunge il vicesindaco e assessore alla Sicurezza, David Galli – Allo stesso tempo condanno fermamente il gesto vile e disumano di una persona che mi auguro possa essere identificata”.

Necrologie