Seveso ospita l’esposizione internazionale felina – INFO E ORARI

Accanto all'esposizione felina ci sarà "Reptilaria Expo", una mostra dedicata al mondo dei rettili

Seveso ospita l’esposizione internazionale felina – INFO E ORARI
18 Settembre 2017 ore 07:00

Sabato 23 e domenica 24 Settembre 2017 il Palazzetto dello Sport “PalaFamila” ospita “Il gatto più bello del mondo”. Spazio anche ai rettili

“Il gatto più bello del mondo”

Se siete amanti dei felini non potete assolutamente perdervela.

A Seveso nel fine settimana va in scena “I gatti più belli del mondo“, esposizione internazionale di felini provenienti da ogni parte del mondo, tra cui anche esemplari pluripremiati, che si contenderanno il titolo di gatto più bello del mondo.

L’evento andrà in scena al PalaFamila di Seveso sabato 23 e domenica 24 settembre dalle 10 alle 19. Per gli appassionati sarà un vero e proprio viaggio nel panorama felino, dove si potranno ammirare anche le razze più prestigiose come il Persiano, il Norvegese delle Foreste, il Main-Coon, il gatto dei faraoni, fino ad arrivare al Certosino e a tante altre razze conosciute e non.

La competizione

I gatti in gara saranno giudicati dai Giudici Internazionali WCF (World Cats Federation) nel Best in Show. Nella giornata di domenica, nel Best in Best, verrà decretato il vincitore a cui verrà assegnato il riconoscimento.

Reptilaria Expo

Ma c’è di più. Quest’anno accanto all’esposizione felina ci sarà “Reptilaria Expo“, una mostra dedicata al mondo dei rettili, oltre sessanta, tra serpenti e sauri provenienti da tutti i continenti. Pitoni, boa, anaconda sono solo alcuni degli esemplari più conosciuti che si potranno ammirare dal vivo nelle teche dell’esposizione. Ma ci sarà spazio anche per rettili più rari, anche velenosi, per un tour a 360°.

 

Le due esposizioni gatti e rettili saranno abbinate e complementari. Pertanto sarà possibile accedere ad entrambe con un unico biglietto di ingresso.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia