Sfuggì alla cattura nel 2017: arrestato un 35enne a Bovisio

L'uomo è ritenuto dalle forze dell’ordine uno dei più quotati spacciatori della Brianza, con contatti operativi anche all’interno del Parco delle Groane.

Sfuggì alla cattura nel 2017: arrestato un 35enne a Bovisio
Desiano, 17 Gennaio 2020 ore 15:56

Riuscì a sfuggire alla cattura nel 2017, è stato arrestato nella notte tra giovedì e venerdì, dopo essere stato fermato ad un posto di controllo. Arrestato un 35enne marocchino.

Sfuggì alla cattura nel 2017: arrestato un 35enne a Bovisio

Si tratta marocchino di 35 anni, senza fissa dimora, ritenuto dalle forze dell’ordine uno dei più quotati spacciatori della Brianza, con contatti operativi anche all’interno del Parco delle Groane, una delle più fiorenti «piazze» della zona.

I carabinieri lo cercavano da tempo. Ci sarebbe stato anche lui tra i componenti di una delle tre bande sgominate tre anni fa dai Carabinieri nell’ambito di una vasta operazione anti spaccio che aveva portato a 14 arresti. Del 35enne però si erano perse le tracce, fino all’1,50 di venerdì notte, quando una «Fiat Punto» è stata fermata sul territorio bovisiano ad un posto di controllo dell’aliquota radiomobile della carabinieri della Compagnia di Desio.

Ha cercato di scappare ancora

Appena l’auto ha accostato in seguito all’alt dei militari, il passeggero ha cercato di scappare a piedi. Ma un militare si è subito lanciato all’inseguimento riuscendo a bloccare il fuggitivo dopo qualche centinaia di metri. Il marocchino, dopo aver fornito le proprie generalità, si è dichiarato consapevole di essere destinatario di una misura di custodia cautelare.

Anche l’uomo alla guida era noto alle forze dell’ordine perché già arrestato in flagranza di reato proprio nell’ambito dell’operazione del 2017 ma aveva già scontato la pena che gli era stata inflitta. Il fatto che i due si trovassero insieme sulla stessa auto ha infondato nei carabinieri il sospetto che almeno una delle bande si stesse ricostituendo.

L’operazione nel 2017

Nel giugno 2017, il 35enne e un complice riuscirono alla sottrarsi alla cattura da parte dei carabinieri della Compagnia di Desio che hanno smantellato quattro distinti gruppi criminali che si spartivano le piazze dello spaccio dell’alta Brianza e del Milanese, con «basi» logistiche tra Bovisio Masciago, Varedo, Limbiate, Cesano Maderno, contatti con i «colleghi» pusher del Parco delle Groane e raggio d’azione anche sul territorio milanese. La maxi indagine ha richiesto sei mesi di investigazione e ha portato al sequestro di 7 chilogrammi di cocaina e 14 chilogrammi di hashish. Tra gli arrestati, cittadini marocchini, tunisini e italiani.
Sono oltre duecentocinquanta le cessioni di droga – per un giro d’affari di circa 700mila euro – documentate dall’inchiesta che dal 2015 hanno iniziato a ricostruire il modus operandi dei gruppi di spacciatori